Presentata la nuova Aprilia di Vinales ed Espargarò: pronta per stupire!
MotoGP 2022

Ecco la nuova Aprilia RS-GP di Vinales ed Espargarò: pronta per stupire!


Avatar di Simone Valtieri , il 10/02/22

3 mesi fa - Ecco il team Aprilia Racing per la MotoGP 2022 con Vinales ed Espargarò

Presentata la nuova (bellissima) Aprilia per il campionato MotoGP 2022 con Maverick Vinales e Aleix Espargarò. Guarda l'imperdibile video di presentazione

OUTSIDER Se il buon giorno si vede dal mattino, potrebbe essere una stagione piena di soddisfazioni per l'Aprilia. Nei test di Sepang entrambi i piloti iberici del team, Maverick Vinales e Aleix Espargarò, hanno fatto vedere ottime cose in sella a un'Aprilia RS-GP che è sembrata più manegevole e potente di quella che già lo scorso anno aveva mostrato progressi. Nel primo anno da team ufficiale, staccatasi dal team Gresini, la casa di Noale vuole fare la voce grossa e seguire le orme della Suzuki, un altro outsider che nelle ultime stagioni ha iniziato a giocare un ruolo da protagonista nel Mondiale. I piloti ci sono, la moto sembra esserci, non resta che lasciare spazio alla fantasia. Di seguito il video della presentazione del team Aprilia Racing, decisamente ''originale''...  e le parole dei protagonisti.

Le parole dei protagonisti

Presentazione Aprilia Racing MotoGP 2022, Aleix Espargarò, Maverick Vinales, Lorenzo Savadori Presentazione Aprilia Racing MotoGP 2022, Aleix Espargarò, Maverick Vinales, Lorenzo Savadori

Maverick Viñales

''Conosco Aleix da tanto tempo, abbiamo una differenza di stili ma siamo entrambi forti. Il mio numero era il 25 perché quelli sono i punti che si assegnano alla vittoria, ma ho scelto il 12 perché è il mio numero da quando sono ragazzino. Il mio circuito preferito è Phillip Island, ma sono due anni che non ci andiamo, spero quest'anno di poter fare bene, non sappiamo che risultati faremo, di sicuro penso sempre al podio e alla vittoria e di farlo con Aprilia. Speriamo di raggiungere gli obiettivi che ci siamo preposti''.

Aleix Espargarò

''Non vedo l'ora di ritrovarmi con la mia squadra, ormai è la mia seconda famiglia. Sono molto carico anche se non ho più 20 anni, anche se ne ho 32 ho la fame di un ragazzino di 18. Fisicamente sono a posto e non vedo l'ora di iniziare il campionato. Lo stimolo più alto è per le gare in Italia e in Spagna, però non vedo l'ora di correre in Malesia, adoro il circuito e lo scorso anno l'ho saltato per il covid e lì la nostra moto funziona bene. Non posso dare consigli a Maverick per migliorare, lui è fortissimo, posso solo dirgli di credere tanto in questo progetto, è importante dare il 1000% tutti insieme nella stessa direzione''.

VEDI ANCHE



Massimo Rivola

''C'è grande adrenalina, voglia di vedere dove siamo e quanto siamo migliorati e dove siamo rispetto agli altri, abbiamo fatto un lavoro importante prendendoci qualche rischio nello sviluppo di questa moto ma non vediamo l'ora di essere in pista. Abbiamo tre piloti diversi tra loro con stili differenti ma molto ben integrati tra di loro. Aleix è il nostro capitano, sappiamo di cosa è capace, Maverick dobbiamo ancora scoprirlo, è stato una bellissima sorpresa lo scorso anno, e Lorenzo che è sempre migliorato nonostante gli infortuni, si spingeranno tutti e tre l'un l'altro. Sono passato 30 anni dal primo mondiale vinto con Alex Gramigni, il nostro è un ambiente famigliare fatto di grandi professionisti italiani, e teniamo molto alla nostra italianità''.

Romano Albesiano

''La base di partenza della RS-GP era eccellente, ma abbiamo rivisto profondamente quasi tutte le componenti, ci siamo concentrati sulle aree di performance principali, ovviamente il motore che è cambiato in maniera importante dal punto di vista delle specifiche interne, sulla parte aerodinamica, ciclistica, componentistica e dell'evoluzione software ed elettronica, parti che non si vedono ma che fanno molto sulla prestazione. Nel 2022 avremo due piloti factory più Savadori, abbastanza diversi come corporatura e stile, questo non è un limite ma è un'opportunità di sviluppare la moto per un range più ampio di necessità. Negli ultimi anni c'è stato un grande livellamento delle performance, ci siamo avvicinati al top della categoria, nel 2022 alcuni avranno la possibilità di portare sviluppi che erano stati bloccati negli anni precedenti, quindi ci aspettiamo un forte aumento prestazionale da parte di tutti, per questo ci siamo dati molto da fare per farci trovare pronti. Mi aspetto un campionato molto combattuto con tutti i costruttori vicini e avremo delle buone carte da giocare''.

Lorenzo Savadori

''Il ruolo di pilota-tester, visto che farò anche qualche gara, è fondamentale, molto importante. Noi di Aprilia e tutto il reparto corse di Noale stiamo lavorando tanto per cercare di migliorare la moto, in MotoGP bisogna sempre investire tutto e guardare avanti, crescere e migliorare, il livello è altissimo, siamo in crescita e stiamo migliorando turno dopo turno. Per migliorare la RS-GP sono impegnato dal 2020, stiamo crescendo insieme alla moto. Quest'anno farò cinque wild-card, sarà un anno importante per prendere sempre più confidenza con questa categoria.''.


Pubblicato da Simone Valtieri, 10/02/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox