Autore:
Valerio Colombo

RISCATTO HONDA Dopo un Gran Premio della Repubblica Ceca terminato in scia alle due Ducati di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, Marc Marquez è tornato a comandare il gruppo in occasione della giornata di test post-GP sul tracciato di Brno. Il pilota della Honda ha siglato un 1'55"209 distante tre decimi dal tempo che gli ha consentito di partire in prima fila, terzo, nella gara di ieri. Alle sue spalle Johann Zarco con la Yamaha del team Tech 3, staccato di 133 millesimi, e l'altra Honda di Daniel Pedrosa, distante 190 millesimi dallo spagnolo. In pista anche il collaudatore Hiroshi Aoyama, con i tre piloti della HRC che hanno chiuso la giornata con oltre 150 giri complessivi a referto.

UNO SGUARDO AL 2019 Dietro ai top tre si sono piazzate le due Ducati di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, protagonisti del Gran Premio di domenica, che hanno lavorato soprattutto sull'aerodinamica della loro Desmosedici mettendo insieme un centinaio di passaggi e restando rispettivamente a 3 e 4 decimi da Marquez. Non sono stati però i tempi l'aspetto più interessante delle otto ore in pista odierne, bensì le novità testate dai team in ottica futura, in primis la nuova gomma Michelin anteriore simile a quella già utilizzata in occasione dei test di Barcellona. Marquez ha guidato una moto ibrida in carbonio, dotata di alcuni pezzi di quella che sarà la sua Honda RC213V nel 2019. Chi ha provato le novità più grosse è stata l'Aprilia, che ha testato sul tracciato moravo il nuovo forcellone, almeno fino alla caduta che ha visto protagonista Aleix Espargaro.

ASSENTI E CADUTE: E non solo lo spagnolo ha dovuto limitare i suoi test per via di una scivolata: è accaduto anche ad Andrea Iannone, che ha lasciato dunque ad Alex Rins concludere il lavoro sull'elettronica e sul telaio rinforzato della Suzuki in vista della gara di Spielberg della prossima settimana. Assenti invece Pol Espargaro (KTM) e Maverick Vinales (Yamaha), entrambi in non perfette condizioni fisiche dopo il GP, ma non erano in programma grosse novità per il team factory della Yamaha, con Valentino Rossi comunque in pista (settimo) con lavoro mirato a migliorare il setup della moto utilizzata ieri. Per la Yamaha sono previste due sessioni di test privati nel corso di questo mese, mentre tra domani e dopodomani il circus del Motomondiale si sposterà in Austria, dove da venerdì torneranno a rombare i motori.

I TEMPI

Pos Pilota Moto Tempo Gap Giri
1 MARQUEZ, Marc Honda 1:55.209   67 / 77
2 ZARCO, Johann Yamaha 1:55.342 0.133 69 / 71
3 PEDROSA, Dani Honda 1:55.399 0.190 46 / 52
4 DOVIZIOSO, Andrea Ducati 1:55.517 0.308 21 / 40
5 LORENZO, Jorge Ducati 1:55.609 0.400 3 / 45
6 CRUTCHLOW, Cal Honda 1:55.771 0.562 20 / 43
7 ROSSI, Valentino Yamaha 1:55.918 0.709 26 / 51
8 PETRUCCI, Danilo Ducati 1:55.939 0.730 17 / 34
9 RINS, Alex Suzuki 1:55.986 0.777 41 / 62
10 SYAHRIN, Hafizh Yamaha 1:56.032 0.823 58 / 65
11 IANNONE, Andrea Suzuki 1:56.111 0.902 6 / 26
12 ESPARGARO, Aleix Aprilia 1:56.366 1.157 10 / 26
13 SMITH, Bradley KTM 1:56.566 1.357 26 / 68
14 NAKAGAMI, Takaaki Honda 1:56.622 1.413 4 / 18
15 MORBIDELLI, Franco Honda 1:56.697 1.488 19 / 30
16 REDDING, Scott Aprilia 1:56.855 1.646 41 / 50
17 MILLER, Jack Ducati 1:56.885 1.676 3 / 13
18 LUTHI, Thomas Honda 1:57.034 1.825 36 / 37
19 GUINTOLI, Sylvain Suzuki 1:57.843 2.634 15 / 37
20 AOYAMA, Hiroshi Honda 1:59.334 4.125 36 / 43

TAGS: rossi motogp marquez motogp 2018 Test Brno