UN SOLO 69. Mai più un 69 in pista, è quanto deciso dai vertici del Motomondiale e annunciato da Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna, che in occasione del prossimo Gran Premio delle Americhe ad Austin, in programma il 14 aprile, celebrerà lo sfortunato campione Nicky Hayden ritirando il suo numero dalla classe MotoGP. Un onore riservato in passato a pochi piloti: Il 69 andrà dunque a far compagnia nella hall of fame al 34 di Kevin Schwantz, al 58 di Marco Simonceli e al 74 di Daijiro Kato, unnici altri tre piloti, il primo per ragioni sportive, gli altri due in seguito alla prematura scomparsa, a cui è stato sin qui riservato tale onore.

LA CARRIERA DI KENTUCKY KID Il "ragazzo del Kentucky", campione mondiale della classe MotoGP, era nato a Owensboro il 30 luglio 1981. Dopo la gavetta in america nei campionati AMA Supersport e AMA Superbike, l'esordio in Superbike nel 2002 precedette di un anno quello in MotoGP, dove ottenne presto il primo podio, mentre per la prima vittoria occorrerà attendere il 2005. L'anno cruciale della sua carriera sarà il 2006, quando beffò all'ultima gara Valentino Rossi e conquistò un inatteso titolo mondiale nella classe MotoGP. In carriera Nicky ha disputato 218 GP nella classe regina e 38 in Superbike, vincendo 3 gare in MotoGP e ottenendo 28 podi. La scomparsa è avvenuta, prematura, il 22 maggio 2017 all'ospedale Bufalini di Cesena, dov'era in cura da 7 giorni a seguito di un incidente stradale avvenuto nei pressi del circuito di Misano Adriatico, mentre si allenava in bicicletta.

ORGOGLIO PATERNO Il padre di Nicky, Earl Hayden, ha commentato: "Che gande onore per Nicky il fatto che il numero 69 sarà ritirato ad Austin. È molto bello che ciò si verifichi in corrispondenza del Gran Premio degli Stati Uniti, una gara che significava veramente tanto per Nicky, che non vedeva l'ora di correre ogni anno. Per me sarà una evento molto speciale, perché il 69 era anche il mio numero di gara quando correvo, e sono stato molto orgoglioso di vedere mio figlio portarlo sulla sua moto per tutta la carriera. A nome di tutta la famiglia vorrei ringraziare la Dorna per voler onorare Nicky in questo modo speciale, e par molti altri gesti che hanno fatto per sostenerci nei momenti difficili."


TAGS: nicky hayden hayden Nicky Hayden 69 NH69