Pubblicato il 15/04/21

SI PUÒ FARE! Al termine dei tre giorni di test sostenuti in sella all'Aprilia RS-GP sul tracciato di Jerez, Andrea Dovizioso ha rilasciato un'intervista al sito internet ufficiale della MotoGP, parlando di com'è andata, e non solo. Ci sarà almeno un altro test per il Dovi in sella alla moto di Noale, avverrà al Mugello il prossimo mese, e questo è un indizio molto importante circa il dove possa arrivare questa collaborazione, perché se l'Aprilia si è presa del tempo per realizzare dei pezzi che permettano al pilota di sentirsi più a proprio agio in sella (quello che non fece subito la Ducati con Jorge Lorenzo, per esempio nei primi mesi in cui lo spagnolo guidava per Borgo Panigale), vuol dire che c'è dell'interesse, e che è reciproco.

Andrea Dovizioso in sella all'Aprilia nel test di Jerez del 12 aprile 2021

NUOVI PEZZI PER DOVI ''È stato molto bello assaporare la potenza e la manegevolezza di questa moto'', ha spiegato Dovizioso in un video di un paio di minuti pubblicato da MotoGP.com - ''Dal punto di vista di un pilota, ogni volta che si ha la possibilità di provare una moto differente è un'ottima cosa, di sicuro è stata un'esperienza molto differente da quelle a cui ero abituato in passato (con la Ducati). Il primo limite all'inizio è stata la posizione in sella, ed è per questo che faremo un altro test entro un mese al Mugello, il motivo è che hanno bisogno di un po' di tempo per preparare del nuovo materiale che mi metta nelle condizioni di spingere un po' di più, perché è molto importante in MotoGP sentirsi confortevole in sella al fine di lavorare sui dettagli''.

Andrea Dovizioso in sella all'Aprilia nel test di Jerez del 12 aprile 2021

PASSO IN AVANTI ''Sono stati tre giorni di lavoro molto belli, con gente molto professionale, ed è un peccato che il meteo non fosse buono abbastanza per poter proseguire i progressi anche l'ultimo giorno'', ha aggiunto il Dovi. Nel video la domanda non si sente, ma le prossime parole è probabile si riferiscano alla fatidica questione, se l'Aprilia potrà lottare per le vittorie, una domanda chiave e ben collegata a un eventuale ritorno in pista del Dovi - ''Ora c'è bisogno di lavorare altro tempo su altri dettagli per capire questa cosa. Oggi il livello della MotoGP è veramento molto alto, i piloti sono tutti molto vicini e per fare la differenza occorre lavorare sui dettagli. Al momento è impossibile rispondere con una risposta certa. Di sicuro Aprilia ha fatto un passo avanti rispetto allo scorso anno, ovviamente non ho provato la vecchia moto, ma dall'esterno e dai dati feedback che mi hanno dato possi dire questo. Da qui a salire sul podio o nella top-5 non è facile, ma penso che arriveranno delle belle giornate''.

Andrea Dovizioso in sella all'Aprilia nel test di Jerez del 12 aprile 2021

LAVORARE PER IL 2022 ''Abbiamo deciso di fare questo test perché era il momento giusto, è stato bello avere questa opportunità per me e penso anche per loro, e comparare i dati su due piste differenti credo che sarà molto bello per entrambi'', ha infine aggiunto un Dovizioso sempre più possibilista circa un suo eventuale rientro in MotoGP - ''Io ho le mie idee, sto cercando di lavorare per il prossimo anno. Ho una mente molto aperta al momento, ancora non è facile capire quale sia la miglior cosa da fare per me la prossima stagione, perciò per ora sono contento di essere qui e di avere questa chance, ringrazio Aprilia per avermi dato la possibilità di guidare di nuovo una MotoGP e di restare vicino a questo mondo''. Un mondo che ci auguriamo possa accogliere presto e nuovamente Andrea, viste le premesse.


TAGS: test aprilia motogp jerez mugello andrea dovizioso Aprilia RS-GP MotoGP 2021