Tour del Vietnam: noleggio moto, visto, patente. Cosa sapere
Viaggi avventura

Pazza idea: Vietnam in moto. Patente, noleggio e altri consigli


Avatar Redazionale , il 05/04/22

1 mese fa - Dai documenti di guida alle restrizioni Covid: cosa sapere prima di partire

Dai documenti di guida alle restrizioni Covid: cosa sapere prima di partire per un indimenticabile tour del Paese del Sud Est Asiatico

In cerca di emozioni forti su due ruote, a migliaia di miglia dalla propria patria e dalla propria comfort zone? C'è un posto al mondo che deraglia dalle rotte delle classiche vacanze e che proprio per questo è ancor più magico. Quel posto è il Vietnam, un Paese esotico con paesaggi naturali splendidi e una cultura di grande ricchezza. È anche una delle nazioni più ospitali dell’Asia, caratteristica che ne sta facendo una meta sempre più apprezzata. Dalle città cosmopolite alle pacifiche risaie di Sapa, il Vietnam non smette mai di stupire e per un tour motociclistico regala itinerari mozzafiato. Quali precauzioni prendere? Quali documenti di guida e di viaggio? Ecco un vademecum per una vacanza in tutta sicurezza.  

VIETNAM E PATENTE INTERNAZIONALE

Tranne che nel caso di ciclomotori di cilindrata di 50 cc, per guidare una moto in Vietnam è obbligatoria la patente di guida internazionale, da ottenere prima della partenza. Il permesso internazionale di guida è quel documento necessario per guidare in tutti quei Paesi che non siano firmatari delle medesime Convenzioni internazionali ratificate dall'Italia. E' rilasciato dall'Ufficio Provinciale della Direzione Generale della Motorizzazione Civile del luogo di residenza del richiedente, previa esibizione della patente di guida in corso di validità. L'elenco degli Uffici Provinciali della Motorizzazione Civile è consultabile sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

NOLEGGIARE UNA MOTO IN VIETNAM

Affittare una moto in Vietnam è molto semplice, ma occorre tenere presente alcuni aspetti ancora prima del viaggio. Per una vacanza di breve durata che si concentra soprattutto su una o più città, l’opzione più semplice è noleggiare un ciclomotore di cilindrata bassa per scoprire tutti i quartieri e le viuzze più strette. Adattarsi al traffico può essere un po’ complesso, ma l’esperienza sarà molto autentica. I “cinquantini” comportano un altro grosso vantaggio: come detto in precedenza, possono essere guidati con la patente italiana. Per soggiorni più lunghi e per esplorare gli itinerari del Vietnam immersi nella natura del Paese occorre invece affidarsi un mezzo di cilindrata più elevata, più stabile e adatto ad allontanarsi dai centri cittadini, anche se le strade in Vietnam sono generalmente in buone condizioni. In tutti i centri sono disponibili compagnie di noleggio, con prezzi solitamente non proibitivi. L’esperienza di guida è ancora più emozionante e permette di scoprire gli angoli più mozzafiato del Paese, come le già menzionate risaie di Sapa.

VEDI ANCHE



VIETNAM E PROFILASSI SANITARIA

Come in molti Paesi dell’Asia, è raccomandato evitare cibi non cotti come insalate e si sconsiglia di bere acqua del rubinetto (anche sotto forma di ghiaccio). La dissenteria è uno dei disturbi più frequenti tra chi viaggia in Vietnam: mettere farmaci antidiarroici in valigia può rivelarsi molto utile. Altre malattie di cui tenere conto sono la febbre dengue, la zika o la malaria, trasmesse da punture di zanzara. Alcune precauzioni sono l’utilizzo di abiti coprenti e di prodotti quali il DDT, ma anche l’assunzione preventiva o l’acquisto di farmaci antimalarici. La rabbia si trasmette tramite il morso di animali, quali cani randagi, scimmie, pipistrelli e altri mammiferi. Evitare il più possibile il contatto con questi animali e, in caso di sintomi sospetti, consultare immediatamente un medico locale. Le vaccinazioni consigliate per un viaggio in Vietnam sono la tetravalente e quella contro l’epatite A, se possibile anche il richiamo della vaccinazione antitetanica. Prima di partire è essenziale consultare il proprio medico di base o il centro vaccinale di competenza.

VIETNAM E REGOLE COVID

Dal 15 marzo 2022 è possibile recarsi in Vietnam secondo le norme del Governo sia italiano che vietnamita. Massimo 72 ore prima della partenza occorre sottoporsi a tampone molecolare. Se si effettua un test antigenico, il limite scende a 24 ore prima di partire. Occorre anche
compilare una dichiarazione sullo stato di salute dei viaggiatori sul sito delle autorità sanitarie, dove si devono caricare anche la certificazione vaccinale e l’esito del test. Infine, prima di partire servirà sia scaricare l’app PC-COVID, creata per monitorare l’andamento dei contagi in Vietnam, sia munirsi di assicurazione sanitaria contro il coronavirus, con una copertura per almeno 10.000 USD.  

IL VISTO PER IL VIETNAM

Per soggiornare in Vietnam per più di due settimane è possibile richiedere su internet un visto per il Vietnam. Il visto vale 30 giorni per un solo ingresso in Vietnam, consentito solamente attraverso gli aeroporti, i porti marittimi e i posti di frontiera autorizzati dal Governo vietnamita. Inoltre, prima di richiedere il visto occorre aver già prenotato almeno un alloggio e il passaporto deve presentare una validità residua di almeno 30 giorni dopo lo scadere del visto.


Pubblicato da La Redazione, 05/04/2022
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox