Vacanze in moto: cosa controllare prima della partenza, manutenzione e abbigliamento
Vacanze in moto

Vacanze in moto: cosa controllare prima di mettersi in sella


Avatar di Danilo Chissalé , il 01/08/18

3 anni fa - Vacanze in moto: controllare moto, bagagli e abbigliamento

Il grande esodo si avvicina, così come le vacanze. Ecco cosa controllare prima di mettersi in sella verso il meritato relax

TEMPO DI VACANZE Ci siamo, il grande esodo torna puntuale ogni anno il primo weekend di agosto. Se per noi motociclisti il traffico è un problema secondario (fate attenzione mentre evitate le code e non occupate la corsia d’emergenza) non lo è il controllo pre partenza, specialmente se la moto non è il vostro mezzo di trasporto quotidiano. Prima di partire è bene preparare la propria due ruote per affrontare il lungo viaggio che ci separa dalle tanto desiderate vacanze. Ecco qualche consiglio, per non lasciare nulla al caso.

DICA TRENTATRE La moto è il nostro Caronte, sarà suo compito traghettarci dall’affollata città fino al lettino in spiaggia o alla nostra baita di montagna preferita. Per farlo deve essere in condizioni ottimali, a quando risale il suo ultimo tagliando? Se non ve lo ricordate più o avete aperto lo Zannichelli per cercare il significato di questa parola diabolica è meglio chiamare il meccanico e supplicarlo di riservarvi un buchino in agenda. Se invece lo avete eseguito di recente vi rimangono solo poche verifiche da fare.

VEDI ANCHE



LISCIO COME L’OLIO Partiamo dal controllo più semplice ma proprio per questo sottovalutato: la manutenzione della catena. Se la vostra due ruote ha la catena di trasmissione, un controllo della tensione e una bella lubrificata non farà certo male, specialmente se andrete in posti polverosi come il mare. Se il viaggio prevederà tanti km è consigliabile portare nella borsa anche una bomboletta di spray per catene. Già che ci siete, oliate anche i vari cavi di gas e frizione e non dimenticate di controllare i livelli di olio motore e liquido freni.

TENIAMOCI IN CONTATTO Da non dimenticare per nessuna ragione al mondo ci sono le gomme, unico punto di contatto tra moto e asfalto. Citando il mitico pilota di rally Markku Alèn: “Se gommo tiene io vince gara, se gommo no tiene io come bomba dentro montagna”. Ok, qui non si tratta di competizione, ma il concetto è chiaro: il buono stato delle gomme è fondamentale. Se le vostre sono alla frutta o hanno un bel po' di anni sulle spalle, meglio sostituirle prima di partire. Poi si sa, la fortuna sarà anche cieca, ma la sfortuna ci vede benissimo, meglio ricordarsi (come vi abbiamo consigliato qui) di portare con sè un kit di riparazione, costano poco e salvano la vacanza.

OCCHIO AL CARICO Messa a posto la moto, bisogna anche caricarla nel modo giusto. Se avete un'endurona, vi basterà affidarvi al kit di valigie rigide, disponibile sia come optional originale sia fra gli accessori aftermarket. Cercate di piazzare le cose più pesanti in basso e tenete gli oggetti più utili (tuta antipioggia, macchina fotografica) a portata di mano. Se invece andate in vacanza con una naked o con una supersportiva, ci vuole un po' d'ingegno e spirito di adattamento: oltre alla borsa da serbatoio (da riempire con le cose più pesanti e utile anche per tenere sott'occhio la cartina) dotatevi di ragno elastico per fissare una borsa o uno zaino sul sellino del passeggero. Sempre, mi raccomando, controllando che il carico sia ben fissato. Per fugare ogni dubbio qui trovate tutti i consigli per caricare armi e bagagli.

VESTITEVI GIUSTI Infine, l'abbigliamento da moto. Non fate l’errore di sottovalutare la sicurezza per il comfort. Meglio interrompere di frequente il viaggio per rinfrescarsi che terminarlo in un pronto soccorso. Per non soffrire il caldo esistono completi turistici con ampie prese d'aria, giubbini traspiranti e perfino pantaloni leggeri. Tutti dotati di tessuti resistenti e protezioni omologate, perché sulla sicurezza, come detto, non si discute. A tal proposito, anche le calzature (meglio se stivali) devono essere adatte. Se il giro tocca le montagne, d'obbligo portarsi dietro l'imbottitura interna, anche a luglio. E, naturalmente, non scordate la tuta antipioggia. Buon viaggio!


Pubblicato da Danilo Chissalè, 01/08/2018
Vedi anche
Logo MotorBox