Autore:
Danilo Chissalè

ARZILLA VECCHIETTA Era il lontano 1959, nella campagna inglese stava per nascere un’icona del motociclismo britannico, la Triumph Bonneville. Per uno strano gioco della matematica siamo stati invitati a provare la gamma classica di Hincley sui colli toscani proprio 59 anni dopo, per rivivere The Spirit of 59.

BRITISH STYLE Al mondo ci sono immagini iconiche che rimandano all’Inghilterra: la Regina, i bus a due piani, le cabine telefoniche rosse e le Triumph. Per due giorni le dolci colline toscane si sono travestite da entroterra britannico e ci hanno fatto apprezzare le caratteristiche delle degne eredi della prima storica Triumph Bonneville del ’59. Ciò che balza all’occhio è che i principi che animano questa moto sono rimasti immutati nel tempo, il piacere di guida e lo stile inconfondibile non sono stati affatto scalfiti dal tempo.

FAMIGLIA COMPLETA Nonostante la Bonneville non sia più un singolo modello, bensì una famiglia di moto che abbraccia i gusti più eterogenei, ciò che sorprende è che i famosi capisaldi sopracitati si ritrovano in sella a tutte le declinazioni della gamma Bonneville, dalla piccola Street Twin alla ammiraglia Speedmaster.

AL PASSO CON I TEMPI Guardandole si viaggia indietro con la mente, agli anni ruggenti del Rock n’Roll, della pop art di Andy Warhol, e dei film cult di James Dean, ma in sella si trova tutta la tecnologia necessaria a percorrere le strade del 21° secolo, potenti impianti frenanti dotati di ABS, traction control, prese USB per ricaricare i nostri apparati elettronici e altre chicche degli anni 2000. Il vero capolavoro è il modo in cui gli aggiornamenti sono simbiotici con lo stile tipicamente vintage, e la cura maniacale dei dettagli. Non tutti sanno che le Bonneville sono le uniche al mondo ad avere le decorazioni del serbatoio realizzate a mano… se non ci credete alzate la sella, li sotto troverete la firma d’autore.

GUIDA E VINCI Le iniziative per i festeggiamenti del compleanno della Bonnie non si limitano a noi addetti del settore, Triumph ha pensato anche agli amanti del marchio istituendo un concorso a premi. Durante i Demo Tour 2018 per chi effettuerà un test con la gamma Bonneville ci sarà la possibilità di vincere una Bonneville T120 realizzata dal famoso customizzatore KAOS Design oltre a tanti altri premi in istant win.

PENSANDO AL FUTURO Con più di 85.000 moto vendute, il 7% della quota di mercato e oltre un milione di prove su strada adagiarsi sugli allori è un rischio elevato, ma ad Hincley sono consci del pericolo e non se ne stanno certo con le mani in mano. Il 1°novembre è stato inaugurato il museo Factory Experience, un museo contenente le pietre miliari di Triumph visitabile gratuitamente. Se state prenotando i biglietti per il pellegrinaggio sappiate che il museo è sold out fino ad agosto 2018… Le novità non finiscono qui, durante la conferenza stampa il Country Manager Christophe Couet ha dichiarato che nei prossimi due anni Triumph lancerà sul mercato addirittura 12 nuovi modelli. La strada è tracciata.

 


TAGS: triumph bonneville triumph triumph thruxton Bonneville T100 moto classiche triumph triumph bobber