Autore:
Andrea Rapelli

MATTINO CITTADINO La scena, in città, è comune: strada a corsia unica e doppio senso di marcia, semaforo. Sto arrivando con la moto alla striscia di arresto che ancora è rosso, le sole due auto incolonnate sono ferme. Le supero pianino sulla sinistra - stando all'interno della linea di mezzeria - e, mentre sto per tirare la leva del freno, ecco che scatta il verde.

SEMAFORO ROSSO Ritorno sul gas ma, proprio mentre sto passando sulla striscia d'arresto ecco comparire lui. Dalla fretta che ha deve essere in ritardo all'appuntamento con Miss Mondo o qualcosa del genere. Il suo errore più grande, però, è un altro: attraversare la strada senza guardare e, soprattutto, senza curarsi che per lui il semaforo è già rosso da un pezzo.

FRENA E PREGA Sbuca all'improvviso da destra, a quel punto non posso far altro che frenare - e pregare. Lui, il pedone, probabilmente mi sente arrivare e si ferma proprio dove inchiodo io. Nessuno si fa male, per fortuna. Lo fulmino con lo sguardo, lui incassa e se ne va come niente fosse, correndo verso chissà dove.

PENSIERI SOTTO IL CASCO Giusto qualche pensiero in ordine sparso dopo essermi giocato questo jolly. Il primo: se potete, la prossima moto o scooter sceglietela con l'ABS. Può sembrare retorico ma fa davvero la differenza tra un bello spavento e un grande danno. Numero due: nel casco, accendete sempre il cervello ed evitate velocità da Kevin Schwantz in qualifica, almeno in città. Numero tre, rivolto ai pedoni: siete utenti della strada anche voi, state attenti a quello che fate!


TAGS: investimento pedone moto rischio pedone sicurezza in moto