Autore:
Danilo Chissalè

SCOPPIA LA PRIMAVERA Il sole sulla pelle, le bellezze delle città italiane e una Vespa, cosa chiedere di più alla stagione dei fiori? Proprio in primavera il marchio Piaggio rinnova la gamma dello scooter icona del Made in Italy, partendo dalla famiglia Primavera, passando per la Sprint, le edizioni speciali e quelle elettriche, ad ognuno la sua Vespa.

ARZILLA 1968, sul mercato italiano irrompe la Vespa Primavera e fu subito un successo. Caratterizzata dal motore brillante e dall’agilità da primato mobilitò generazioni di giovani fino al 1982. Oggi a 50 anni dalla sua nascita la Piaggio la omaggia con un’edizione speciale ricca di tanti accorgimenti tecnici e, ovviamente, di stile. La novità più importante arriva dalla dimensione dei cerchi: realizzati in lega di alluminio e contraddistinti da un inedito design a cinque razze, ora sono entrambi da 12” raggiungendo così il maggior diametro nella storia di Vespa. Questa soluzione migliora le capacità dinamiche e la sicurezza. La sicurezza attiva cresce anche grazie alla tecnologia di illuminazione LED ora adottata sia dal faro anteriore sia dalla fanaleria posteriore. Diventano di serie il Bike Finder e il comando di apertura a distanza della sella. Sono tanti i nuovi particolari estetici del M.Y. 2018, sono infatti nuove la tipica “cravatta” che caratterizza il frontale e la cresta cromata sul parafango anteriore. La nuova Vespa Primavera è disponibile nelle cilindrate di 50 cc, 125 e 150 presso i concessionari nelle versioni standard. I prezzi? 4.400 euro per la 125 cc 4.700 per la 150 cc., a breve arriveranno anche le versioni S.

LA SPRINT Le novità non si fermano alla Vespa Primavera, anche la famiglia Sprint viene rinnovata sia nella tecnica, sia nell’estetica. Così come per la Primavera, anche la Sprint sarà dotata di cerchi da 12 pollici, fanaleria totalmente a LED, Bike Finder e il comando di apertura a distanza della sella. Anche il cravattino della Sprint è stato leggermente modificato per distinguere la nuova versioni dalle precedenti versioni. Sulla Sprint S verrà montato per la prima volta la nuova strumentazione digitale TFT che permetterà maggiore interazione con lo smatphone e l’app Vespa Multimedia Platform tramite i comandi al manubrio. Non manca un ricco catalogo di accessori per personalizzare la propria Vespa che include bauletto, parabrezza e tante altre chicce. Disponibili in tre colorazioni: Giallo Gelosia (opaco), Grigio Titanio (opaco) e un nuovo Grigio Pastello hanno prezzi che partono da 4.520 euro.

LE SPECIALI Per gli amanti dell’esclusività, sempre alla ricerca di qualcosa che li faccia distinguere della massa, ci sono le due serie speciali Yacht Club e Notte. Lo stile Vespa si fonde con l’atmosfera raffinata della vela nella serie Vespa Yacht Club. Realizzata sia sulla scocca piccola della Primavera sia sulla più grande GTS, questa serie speciale si caratterizza per la colorazione bianca impreziosita da numerosi dettagli in blu. Questi includono, oltre alle speciali grafiche dedicate sulla carrozzeria, i cerchi ruota, verniciati blu opaco con una speciale finitura diamantata, il “cravattino” sullo scudo anteriore, anch’esso blu opaco e con i fregi cromati, gli inserti in gomma sulla pedana e la sella dal design inedito con finiture bianche e blu. La Vespa Notte invece strizza l’occhio ai cavalieri oscuri, che verranno certamente rapiti dal look total black. Le finiture si alternano sapientemente tra nero lucido e opaco.

LE ELETTRICHE Piaggio non ha dubbi: sulle strade del futuro, le nuove Vespa sfrecceranno in silenzio. A partire già dalla seconda metà del 2018, cioè da quando si potrà ordinare la Vespa Elettrica.  Il cuore di Vespa Elettrica è una Power Unit in grado di erogare una potenza continua di 2 kW. 4 kW è, invece, la potenza massima. Prestazioni da cinquantino, dunque, ma insaporite dal brio dell'elettrico: ovvero, accelerazione immediata e una spinta fluida. Se l’autonomia vi spaventa, sappiate che la Vespa Elettrica è in grado di coprire più di 100 Km con una carica, se non dovessero bastare c’è la versione X che sfrutta un motore termico per ricaricare le batterie, aumentando l’autonomia a 200 km. La ricarica è abbastanza veloce, 4 ore per un “pieno”, eseguibile sia dalla presa domestica sia dalle colonnine. E voi? quale Vespa preferite? Fatecelo sapere nei commenti.


TAGS: piaggio vespa vespa primavera vespa elettrica Vespa Primavera 125 vespa primavera 2018 novità vespa 2018 vepsa primavera 150 vespa elettrica autonomia vespa x vespa ibrida vespa primavera 125 prezzi vespa primavera 150 prezzo vespa elettrica data d'uscita