Autore:
Danilo Chissalè

FORSE CI SIAMO L’elettrico sulle due ruote è ancora in fase embrionale, la sua crescita è innegabile, specialmente nella mobilità urbana, ma siamo ancora lontani dalla consacrazione. Eppure, sempre più costruttori ci credono: piccole start up in attesa di fare il passo nel mondo dei grandi e i grandi, che tra conferme e smentite, ci lavorano alacremente. Dagli USA arriva la proposta di Lightning, attiva nella produzione di moto elettriche dal 2009, che di recente ha presentato la supersportiva, rigorosamente elettrica, Strike. La formula sembra essere quella giusta: buona ciclistica, autonomia maggiore di due Duracell da 1,5 V e, cosa non scontata parlando di moto elettriche, un prezzo davvero interessante.

ESPERTI La Strike non è la prima moto elettrica ad alte prestazioni prodotta da Lightning, la Casa americana infatti ha a listino la LS-218, una supersportiva esagerata nelle prestazioni (200 cv e oltre 300 km/h di velocità massima) ma anche nel prezzo che supera di slancio i 40.000 dollari. La Strike promette di trasportarne il know-how rendendola però più nazionalpopolare.

Lightning Strike 2019

3 VERSIONI La Strike si farà addirittura in 3 (versioni) per andare a soddisfare tutte le tipologie di cliente. Il modello standard sarà alimentato dal nuovo motore a induzione AC raffreddato a liquido di Lightning che produce 88 CV e una strabiliante coppia massima di 244 Nm. Ad alimentarlo ci sarà una batteria da 10 kWh in grado di assicurare circa 160 km di autonomia e un caricatore a bordo da 3,3 che può essere collegato a caricabatterie pubblici o domestici. Per chi volesse più autonomia c’è la Strike Mid in grado di coprire circa 240 km con un “pieno” grazie alla batteria da 15 kWh, mentre agli amanti delle prestazioni è dedicata la Strike Carbon: 320 km di autonomia e potenza massima che sale fino a 117 cv grazie al pacco batterie da 20 kWh con funzione di ricarica rapida.

TOP DI GAMMA A colpo d’occhio colpisce l’elevata qualità della componentistica, sulla Strike c’è il meglio disponibile su piazza: pinze freno Brembo M50 ad attacco radiale, sospensioni Ohlins totalmente regolabili, gomme Pirelli e tantissimo carbonio. Nonostante ciò il prezzo è tutt’altro che fuori dal mondo: la base costa 12.000 dollari, la MID sale a 16.000 dollari mentre per la top di gamma Carbon servono 20.000 dollari. I prezzi sono espressi in dollari perché purtroppo la commercializzazione è limitata agli USA ma Lightning fa sapere che la vendita in Europa sarà disponibile nella seconda metà del 2019… Voi che dite vale la pena farci un pensierino?


TAGS: lightning lightning strike lightning strike sportiva lightning strike eletttrica lightning strike prezzo lightning strike prestazioni