Pubblicato il 26/01/21

KTM 1290 SUPER ADVENTURE S Indiscutibilmente una delle enduro stradali più emozionanti mai prodotte, capace di unire la versatilità tipica di questa tipologia di moto allo spirito “Ready to Race”, la KTM 1290 Super Adventure S si rinnova profondamente. È quasi una rivoluzione quella della enduro stradale austriaca, che non vuol perdere la sua capacità di coinvolgere emotivamente chi la guida, ma punta a farlo sentire più a proprio agio. Ci sono novità praticamente in ogni settore: motore, ciclistica e telaio, elettronica, ma anche nel look e nell’ergonomia. Pronti a scoprirle? Dai che si va!

KTM 1290 Super Adventure S 2021

LOOK ED ERGONOMIA

SEMPRE IMPONENTE Il design KTM – frutto della “matita” dello studio Kiska Design and Desire – o lo si ama o lo si odia, ma il gusto, si sa, è personale. Le proporzioni no, la 1290 Super Adventure S rimane imponente, nonostante sia stata rastremata per infondere maggior “tranquillità”. Completamente ridisegnata la parte anteriore, caratterizzata da un nuovo serbatoio diviso in tre parti (con appendici che scorrono verso il basso come sulle “sorelline” 890 Adventure) e dal faro anteriore, cresciuto di dimensione. Quest’ultimo ora integra il radar dell’Adaptive Cruise Control, una delle chicche elettroniche introdotte sul model year 2021. Tutte le sovrastrutture, tra cui il cupolino maggiormente protettivo, sono state oggetto di studi CFD per migliorare il confort di chi guida proteggendolo dall’aria o allontanando quella calda proveniente dal motore.

ERGONOMIA AMICHEVOLE Tra i difetti della “vecchia” 1290 Super Adventure c’era l’ergonomia poco amichevole, specialmente per chi non ha il fisico da corazziere. A Mattighofen hanno lavorato su questo aspetto mettendo profondamente mano all’ergonomia della moto. Il cannotto di sterzo è stato arretrato di 15 mm, la sella è più bassa da terra di 1 cm (può essere regolata tra 849 e 869 mm) e più confortevole. Sono regolabili nella posizione anche le leve al manubrio e a pedale, il nuovo display TFT e il parabrezza che ha un’escursione di 55 mm.

MOTORE

EURO 5 NO PROBLEM Gli ingegneri KTM hanno raccolto la sfida dell’Euro 5… e superata a pieni voti guardando i dati dichiarati dalla scheda tecnica: 160 CV a 9.000 giri/min e 138 Nm a 6.500 giri/min (sacrificati solo 2 Nm nel passaggio da Euro 4 a Euro 5). Il “trucco” è riuscito lavorando di fino a molte componenti interne al motore oltre che all’impianto di scarico nuova generazione, con uscita sdoppiata, doppio catalizzatore e tre sonde lambda per garantire il rispetto dei limiti Euro5. Il silenziatore in acciaio inox in versione 2021 contribuisce anche a contenere il rumore di scarico della KTM 1290.

KTM 1290 Super Adventure S 2021: lo scarico è enorme

PIÙ LEGGERO Ovviamente non è finita qui, il bicilindrico LC8 è stato ulteriormente alleggerito di 1 kg grazie a carter motore più sottili e al circuito di lubrificazione rivisto. Completano il quadro il sistema d’accensione a doppia candela, con nuove bobine e una candela centrale per la miglior combustione e nuovi dischi frizione. Sempre in tema trasmissione, è da segnalare il nuovo cambio Pankl che migliora gli innesti, specialmente se abbinato al Quickshifter+ disponibile come optional.

ELETTRONICA

PIÙ SOFISTICATA (NON COMPLICATA) Il balzo in avanti tecnologico non poteva mancare, d’altronde siamo o non siamo nel 2021? Tutto il pacchetto elettronico è stato aggiornato, a partire dalla nuova piattaforma inerziale a 6 assi, centrale nell’evoluzione dei sistemi ABS e MTC cornering. I suoi sensori consentono all’ABS e al controllo di trazione di fornire al pilota un feeling migliore e più chiaro, aumentando la fiducia in fase di frenata e accelerazione.

CRUISE ADATTIVO Ben più visibile, anche ad occhio nudo dato che la sua presenza modifica il frontale della moto, è il sistema Adaptive Cruise Control che regola la velocità in base alla distanza dal veicolo che precede rilevata dal radar anteriore. Il parametro di distanza può essere regolato su 5 posizioni tramite i nuovi blocchetti presenti al manubrio, ottimizzati per poter dialogare al meglio con il nuovo display TFT da 7”, più intuitivo che in passato. Confermati i riding mode, mentre ci sono dei nuovi menù specifici per gestire al meglio il setting delle sospensioni semi-attive.

TELAIO E CICLISTICA

NUOVE GEOMETRIE Come dicevo in apertura, ergonomia e geometrie della moto sono state modificate per migliorare, almeno stando a quanto dichiara KTM, il feeling di chi guida e la centralizzazione delle masse. Ovviamente in questo processo sono stati ritoccati, oltre al già menzionato cannotto di sterzo, anche il telaio (ora più compatto) e il forcellone (sempre a traliccio aperto in alluminio, ma ora più lungo per ottimizzare la stabilità in accelerazione). Il telaietto posteriore cambia forma, per il 2021 è stato allungato di 15 mm per assecondare le esigenze ergonomiche aggiornate della moto. È leggero ma robusto per poter sostenere un passeggero e i bagagli ed è stato modellato per ottenere una seduta più bassa. Inoltre, offre un pratico spazio sottosella.

La parabolica non spaventa la KTM 1290 Super Adventure S 2021

SOSPENSIONI MIGLIORATE Oltre alle quote ciclistiche, KTM ha messo mano anche alla componentistica, realizzando le nuove sospensioni WP SAT (semi-active technology). Ci sono tre differenti modalità di smorzamento: COMFORT, STREET e SPORT, oltre alle due modalità opzionali OFFROAD e AUTO; tutte le modalità sfruttano i dati forniti dalla piattaforma inerziale a 6 assi elaborate da una nuova centralina più prestazionale. La forcella WP APEX SAT da 48 mm e 200 mm di escursione, offre (in opzione) una funzione anti-dive per impedire all’avantreno di affondare troppo nelle staccate più decise. Al retrotreno è montato un monoammortizzatore WP APEX SAT (200 mm di escursione ruota) con una nuova regolazione idraulica del precarico a controllo elettronico. Cresce il precarico di 10 mm rispetto al modello precedente, è regolabile su 10 posizioni o il 3 modalità automatiche con “autoleveling”.

NUOVI PNEUMATICI Confermato l’impianto frenante Brembo, con due pinze radiali a 4 pistoncini e dischi da 320 mm all’anteriore, pinza fissa a doppio pistoncino e disco da 267 mm al posteriore. Nuovi invece i cerchi e gli pneumatici: cerchi da 19 e 17 pollici pressofusi che montano coperture Mitas TERRA FORCE-R sviluppate specificamente per questa moto.

GLI ACCESSORI

I PACCHETTI Gli ingegneri KTM hanno sviluppato una serie di pacchetti KTM PowerParts opzionali, per permettere la massima personalizzazione oltre che lo sfruttamento fino all’ultima goccia delle potenzialità della moto. Il pacchetto Suspension Pro offre la possibilità di gestire in modo indipendente la forcella e il mono, la regolazione automatica del precarico e il settaggio on/off dell’anti-dive. Il pacchetto Rally Pack contiene il riding mode RALLY e le relative regolazioni dello slittamento dell’MTC, mentre il pacchetto “all inclusive” Tech Pach contiene integralmente il Suspension Pro e il Rally Pack, oltre al Quickshifter+, al Motor Slip Regulation, all’Hill Hold Control e alla luce di stop adattiva.

KTM 1290 Super Adventure S 2021 in azione

RALLY PACK

» Riding mode RALLY

» Regolazione dello di slittamento della ruota posteriore su nove livelli

» Risposta del comando del gas regolabile su tre livelli

SUSPENSION PRO

» Regolazioni indipendenti per forcella e monoammortizzatore

» Precarico automatico: High, Standard, Low

» Regolazione intelligente del precarico

» Settaggio On/Off dell’anti-dive

» Modalità di funzionamento dell’idraulica: OFFROAD, AUTO, ADVANCED

TECH PACK

» Rally Pack (tutti gli elementi)

» Suspension Pro (tutti gli elementi)

» Motor Slip Regulation

» Hill Hold Control

» Quickshifter+

» Adaptive brake light


TAGS: ktm nuova ktm 1290 adventure KTM 1290 Super Adventure S 2021 KTM 1290 Super Adventure S 2021 foto KTM 1290 Super Adventure S 2021 scheda tecnica KTM 1290 Super Adventure S 2021 novità KTM 1290 Super Adventure S 2021 motore KTM 1290 Super Adventure S 2021 peso KTM 1290 Super Adventure S 2021 prestazioni KTM 1290 Super Adventure S 2021 potenza