Pubblicato il 23/11/20

TANTO ATTESA L’avevamo vista in qualche foto spia, per poi palesarsi “ufficialmente” in pista con Jonathan Rea e Sam Lowes nei test invernali del Mondiale Superbike. Finalmente, dopo una lunga attesa, la maxi Ninja Euro5 è arrivata! Scopriamo com'è fatta la ZX-10R 2021, affiancata dalla specialistica ZX-10RR.

KAWASAKI NINJA ZX-10R 2021: AERODINAMICA ED ERGONOMIA

L’obiettivo è uno solo: fornire la moto migliore al Kawasaki Racing Team per continuare a dominare nella WorldSBK. Proprio per questo motivo Jonathan Rea, 6 volte Campione del mondo Superbike, e il suo compagno di squadra Sam Lowes hanno attivamente partecipato alla creazione della “Ninja definitiva”, ovvero “racing oriented”. Il primo aspetto sul quale è stato lavorato – e che balza subito all’occhio – è quello aerodinamico, con nuove sovrastrutture che convogliano l’aria e creano un carico aerodinamico maggiore del 17% rispetto a prima. Al contempo, la sezione posteriore è stata disegnata per ridurre l’area di bassa pressione dietro al pilota, che è più protetto grazie al cupolino di 40 mm più alto, semi manubri più aperti (come sulla Ninja di Rea), pedane più alte di 5 mm e la sella alta 835 mm da terra.

KAWASAKI NINJA ZX-10R 2021: ELETTRONICA

Il blocchetto sul semimanubrio della Kawasaki Ninja ZX-10R 2021

L’elettronica è stata completamente rinnovata, a partire dalla strumentazione. Esordisce lo schermo TFT Racing, con connettività Bluetooth e compatibile con l’app Rideology. Ci sono quattro mappe, di cui una completamente personalizzabile, mentre sul semimanubrio sinistro compaiono i comandi del cruise control che, in accoppiata con le manopole riscaldabili, rendono la Ninja 1000 2021 più comfortevole per l’uso in strada. Per una maggiore illuminazione, e per essere più visibili di notte, la nuova Ninja ha dei gruppi ottici full LED sviluppati da Mitsubishi.

KAWASAKI NINJA ZX-10R 2021: CICLISTICA

Il cerchio anteriore della Kawasaki Ninja ZX-10RR 2021

Le novità ciclistiche partono dal telaio, con un nuovo punto di ancoraggio del forcellone (più basso di 1 mm sulla R, regolabile sulla RR) che è anche stato allungato di 8 mm, inoltre c’è un offset (ossia la distanza tra l’asse degli steli e il cannotto di sterzo) della forcella incrementato di 2 mm. Il risultato è una maggiore stabilità e trazione della moto in accelerazione. Le sospensioni Showa sono state aggiornate con una taratura più morbida davanti e più dura dietro, mentre a frenare la Ninja ci pensano le pinze monoblocco Brembo M50 con dischi semiflottanti da 330 mm. Il risultato è una moto da 206 kg in ordine di marcia, ovvero con il 90% di benzina presente nel serbatoio da 17 litri.

KAWASAKI NINJA ZX-10R 2021: MOTORE

Kawasaki Ninja ZX-10R 2021

Il motore comune alle due moto (ZX-10R e ZX-10RR) resta un quattro cilindri in linea da 998 cc (alesaggio x corsa: 76 x 55 mm), ora Euro5, con distribuzione ad azionamento delle valvole provviste di bilanceri a dito e un nuovo condotto di aspirazione. La nuova Ninja è capace di erogare 203 CV a 13.200 giri/min (213 CV quando l’airbox è in pressione) e 114,9 Nm a 11.400 giri/min. Per enfatizzare ulteriormente le performance, le prime 3 marce sono state accorciate.

KAWASAKI NINJA ZX-10RR 2021

La Ninja ZX-10RR my 2021 è un’edizione limitata a 500 unità La versione RR ha invece un motore che gira 400 giri/min più in alto della “R” grazie a spinotti, bielle leggere di precisione e pistoni a basso attrito realizzate da Pankl. Il risultato è pari a 204 CV (con airbox in pressione: 214 CV) a quota 14.000 giri/min, ma la coppia scende a 111,8 Nm erogati a 11.700 giri/min. Completano il pacchetto cerchi Marchesini appositamente realizzati per la RR e pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP.
 


TAGS: supersportive kawasaki Novità 2021 kawasaki ninja 1000 kawasaki ninja zx-10r 2021 Kawasaki ninja ZX-10RR