RAMPA DI LANCIO Mettete insieme tre piste di decollo/atterraggio di un aeroporto da inaugurare, un jet privato, un caccia F16, una Red Bull da F1, una Tesla 100D, una Lotus Evora, una Aston Martin Vantage e una Kawasaki H2R guidata da quel folle di Kenan Sofoglu, campione del mondo Supersport… la gara di accelerazione era inevitabile.

LA CORNICE L’incontro di tutta questa cavalleria non è stato affatto casuale. La singolar tenzone si è tenuta in occasione del Tecknofest 2018 di Istanbul, un festival dedicato alla tecnologia, allo spazio e all’aviazione. Il pubblico ha potuto ammirare esibizioni di ogni tipo: dalle gare di droni al lancio con il paracadute, ma il main event dell manifestazione era la sfida di accelerazione sui 400 m.

IL PRONOSTICO I favori del pronostico erano tutti per la F1 Red Bull, mentre il meno accreditato era il  jet privato, si potente ma di gran lunga il più pesante dei partecipanti. Il ruolo di outsider è di diritto della Tesla 1000D: il motore elettrico ha valori di coppia strabilianti e 100kW. La Kawasaki H2R ha dalla sua il rapporto peso/potenza vantaggioso, soli 216 kg su 316cv, e il sapiente manico di Kenan Sofloglu non nuovo a esperienze particolari in sella alla Hypersport di Akashi. Solo qualche mese fa ha superato la barriera dei 400 km/h sul ponte Osman Gazi, sempre a Istanbul.

LA GARA La sfida, durata giusto il tempo di uno starnuto, ha visto scattare tempestivamente la Red Bull seguita a stretto contatto dalla H2R. Attardate le altre auto, l'F16 e il jet privato. Dopo qualche metro, però, il cambio al vertice, con la superbike che supera la F1 e l’F16 che, appena prima del decollo, recupera rapidamente terreno, senza però riuscire a riprendere moto e F1. A tagliare vittorioso il traguardo è stato Kenan Sofuoglu sulla sua H2R, per la felicità del premier turco Erdogan


TAGS: kawasaki kawasaki h2r kawasaki h2r prezzo kawasaki h2r scheda tecnica kawasaki h2r top speed