Autore:
Danilo Chissalè

BORN IN USA Dopo la risposta da parte dell’Unione Europea ai dazi imposti da Donald Trump il mercato delle due ruote non poteva rimanere indifferente. Notizia di qualche giorno fa è la decisione di Harley di spostare la produzione al di fuori dei confini USA per aggirare i dazi europei, di tutt’altro avviso è Indian Motorcycles che, attraverso un video pubblicato sulle sue pagine social, omaggia con fierezza il suo stabilimento di Osceola, nel Wisconsin e il suo prodotto 100% Made in USA.

ASTUTA La decisione di Indian potrebbe sembrare avventata, invece la strategia che c’è dietro è degna del migliore generale della Marina Militare, scopriamo il perché. Rispetto ad Harley Davidson, Indian ha un mercato estero decisamente inferiore, ciò si traduce in: meno esportazione, meno dazi, meno costi (Harley ha messo a bilancio 45 milioni di dollari per lo spostamento della linea produttiva), uguale la fabbrica rimane dove si trova. Ma il vero colpo di genio di Indian è un altro, il video sui canali social. Lo scopo è ben preciso: solleticare il patriottismo dei clienti a Stelle e Strisce, che si sa, è grande quasi quanto la loro nazione. La manovra potrebbe fare riguadagnare terreno sul mercato interno al marchio del Pelle Rossa, sottraendo clienti proprio ad Harley Davidson... Indiano Coda di volpe augh!


TAGS: indian moto indian motorcycles dazi dazi usa dazi eu dazi acciaio trump presidente trump produzione indian