Pubblicato il 25/01/21

ELETTRO-RETRÒ Le moto elettriche, secondo alcuni saranno il futuro, ma ciò non rende scontato il binomio tecnologia del futuro/linee futuristiche. Ne è ottimo esempio la Horwin CR6, la moto elettrica austro-cinese importata in Italia da Vent. Il fascino delle moto Café Racer – da qui nasce la sigla CR – si unisce alla moderna tecnologia dei veicoli a batterie, non senza nascondere una piccola chicca… almeno se si parla di moto elettriche.

Horwin CR6, le luci sono a LED

COM’È FATTA Il cuore della Horwin CR6 è un motore da 6,2 kW alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio marchiato Panasonic capace di 55 Ah. Questo permette alla piccola Horwin di raggiungere la velocità massima di 95 km/h e coprire lo 0-60 km/h in 6 secondi. Se guidata con parsimonia, e non cercando le massime prestazioni appena elencata, è soddisfacente anche l’autonomia dichiarata di 150 km (percorribili con velocità media di 45 km/h). La versione base si caratterizza, come tutte le elettriche, per l’assenza del cambio, ma questo arriverà sulla versione PRO. La dotazione ciclistica è tutt’altro che povera, anzi, a confronto di alcune rivali termiche è addirittura superiore. Telaio perimetrale, forcella a steli rovesciati, freni a disco (seppur controllati da un semplice sistema CBS) sono gli highlights di questo modello che pesa poco più di 130 kg e ha una seduta ad altezza ridotta, perfetta anche per il gentil sesso. Niente male nemmeno la dotazione tecnologica con il caricatore integrato che riduce i tempi di ricarica a 3 ore e le luci full LED. La Horwin CR-6 è disponibile nella gamma colori: blu, bianco, verde e nero al costo di 6.390 euro.


TAGS: Horwin CR6 Horwin CR6 info Horwin CR6 prezzo Horwin CR6 caratteristiche Horwin CR6 autonomia Horwin CR6 patente Horwin CR6 moto elettrica