Pubblicato il 22/04/20

VOLONTARI IN MOTO L'emergenza Covid-19 ha colto di sorpresa quasi tutti gli operatori nel mondo motociclistico. Il mercato è ormai fermo, Ancma chiede apertamente al Presidente del Consiglio dei Ministri un aiuto concreto al settore delle due ruote mentre ogni giorno le competizioni sportive vengono posticipate. L'Italia è uno dei paesi più colpiti dal Coronavirus, e questo ha portato a una vera e propria maratona di solidarietà collettiva per riuscire a contribuire, in qualsiasi modo. a questa emergenza. Più volte abbiamo scritto e ripetuto quanto sia difficile - ma necessario - restare a casa, soprattutto per noi motociclisti che non vediamo l'ora di ritornare in sella alle nostre moto. Ma se volete coniugare la vostra passione per le due ruote con la volontà di contribuire socialmente in questa situazione d'emergenza, adesso c'è l'occasione giusta per voi. 

COME FUNZIONA La Protezione Civile ha chiesto alla Federmoto italiana di organizzare un servizio a domicilio di farmaci composto da volontari. Tutti i membri del Volontariato Motociclistico FMI sono già stati allertati e impiegati per questa mansione, ma vista l'emergenza le porte sono aperte a chiunque voglia farne richiesta. La Federazione richiede di inserire propri i dati, verificandone la correttezza, nel modulo presente a questo link. I dati saranno utilizzati dalla Centrale Operativa FMI, istituita per l'emergenza Covid-19, al fine di creare una rete di volontari sul territorio nazionale a supporto delle persone in difficoltà che chiedono la consegna di farmaci a domicilio.


TAGS: farmaci fmi protezione civile Coronavirus Federmoto