BMW la R 65 viene trasformata con motore elettrico. Le foto
Moto Special

Change of Season, la BMW R 65 diventa una moto elettrica


Avatar di Danilo Chissalé , il 19/08/21

1 mese fa - Change of Season, la moto elettrica su base BMW R 65 di Freedom Customs

Moto elettrica ma con motore boxer (finto), cambio e frizione. Ecco la Change of Season, la BMW R 65 di Freedom Customs

SPECIALE PER DAVVERO Il mondo della personalizzazione delle moto è il luogo perfetto in cui trovare estro, genialità e fantasia, ma nell’ultimo periodo nessuna di queste moto è riuscita a colpirmi quanto la Change of Season di Freedom Customs, un mix di ex BMW (motore R 65, telaio R 45 e monobraccio R 100) personalizzata davvero in maniera unica. Il genio del Freedom Customs ha avuto l’elettrizzante idea di “svuotare” il vecchio boxer della R 65 e di inserirci al suo interno un motore elettrico… ma non è finita qui.

Change of Season, la BMW R 65 di Freedom Customs Change of Season, la BMW R 65 di Freedom Customs

CAMBIO E FRIZIONE All’interno dei carter trovano posto un motore elettrico da 8kW (picco 15 kW) e il pacco batterie da 72 V e 1.200 Wh. Diversamente dal solito, però, qui la trasmissione non è automatica, i ragazzi di Freedom Customs hanno optato per mantenere frizione e cambio a 5 rapporti con il cardano a muovere la ruota posteriore (che nasconde una chicca che vi racconto tra poco).

LA CICLISTICA MAI VISTA Il motore elettrico, anche grazie al periodo storico che stiamo attraversando, si prende i “titoli”, ma la Change of Season ha soluzioni uniche anche nella ciclistica. Il telaio è di tipo flottante con il mono ammortizzatore di derivazione CBR600RR che sostituisce il trave superiore… una soluzione unica e molto particolare che fa si che a oscillare non sia il monobraccio bensì tutto il telaio.

Change of Season, la BMW R 65 di Freedom Customs Change of Season, la BMW R 65 di Freedom Customs

L’ESTETICA Per finire l’estetica, comunque singolare ma forse, in quadro ricco di soluzioni inedite e sofisticate, la cosa più “normale”. L’anteriore carenato ricorda per certe soluzioni (leggasi il cupolino imbullonato in stile caccia bombardere) il mondo dell’aviazione, così come il faro posteriore, simile a quello della MV Agusta Superveloce 800. La ruota posteriore invece, quasi a tributo della Casa dell’Elica è caratterizzata da un elica nautica all’intero del cerchio… la stravaganza non manca affatto. Un’altra chicca? Le testate che una volta ospitavano i pistoni ora sono un perfetto alloggiamento per dei fari a LED.


Pubblicato da Danilo Chissalè, 19/08/2021

Tags
Gallery
Logo MotorBox