Pubblicato il 05/02/2020 ore 14:46

SPIFFERONE Come spesso accade, anche questa volta è tutta colpa di Internet. Nonostante Bimota abbia ancora la bocca cucita in merito alla nuova Tesi H2 siamo in grado di riportarvi in anteprima alcuni dati tecnici della sportiva sovralimentata che… lasciano davvero a bocca aperta.

KAWA HEART Probabilmente saprete già che parte delle quote societarie di Bimota sono state rilevate da Kawasaki; proprio da questa operazione finanziaria nasce la Tesi H2, la moto simbolo del rilancio del marchio romagnolo. La Tesi H2 mette insieme il meglio delle due realtà: il motore Balanced Supercharged di Kawasaki con la ciclistica rivoluzionaria tipica delle Tesi di Bimota.

Bimota Tesi H2 dati tecnici da urlo

OMOLOGAZIONE Come riportato da BikeSocial, i dati che sto per elencarvi arrivano direttamente da documenti ufficiali, probabilmente utilizzati per le procedure di omologazione in Regno Unito. Come riportato nei documenti, la potenza sviluppata dal quattro cilindri 998 cc della Tesi H2 sarà di 228 CV a 11,500 giri (valori identici alla H2 di Kawasaki) mentre la coppia è di 134 Nm a 10.000 giri/min, anche in questo caso valori identici alla cugina giapponese. Difficile dire quale delle due sarà più veloce in fondo al rettilineo , siamo certi però che il muro dei 300 km/h verrebbe poverizzato alla svelta da entrambe.

SIMILI MA DIVERSE Nonostante le due moto adottino filosofie ciclistiche completamente diverse – tradizionale la Kawasaki, doppio forcellone per la Bimota e telaio a omega – sorprendentemente le quote ciclistiche sono molto simili. L’interasse della Bimota è di 1445 mm, appena 10 mm più corto di quello della H2 verde, la larghezza massima è identica mentre la bimota risulta leggermente più alta. La grossa differenza, su carta e chissà anche su strada, sta nel peso, la Tesi H2 grazie all’ampio utilizzo di fibra di carbonio ha limato ben 24 kg rispetto alla Ninja.

La sospensione anteriore tipica di Bimota

PREZZO ELITARIO Fibra che farà anche risparmiare peso, ma difficilmente farà risparmiare gli acquirenti. Al momento non si hanno ancora indicazioni su quale sarà il prezzo di listino della Bimota H2, ma voci di corridoio dicono che potrà costare fino al doppio di una Kawasaki Ninja H2, attualmente a listino in Italia a 29.600 euro. Prezzo che difficilmente attirerà orde di appassionati, per loro, però Bimota sta lavorando alla KB4, una sportiva vintage più accessibile.

 


TAGS: bimota bimota tesi h2 bimota tesi bimota tesi h2 prestazioni bimota tesi h2 novità bimota tesi h2 prezzo