Pubblicato il 27/08/20

MULTI VERSIONE QJ, dopo aver mostrato l'aspetto definitivo con un video su TikTok,  svela le caratteristiche tecniche della sua enduro stradale di media cilindrata SRB 750 (brevettato anche il nome SRG): due versioni, una stradale e una più dedicata all’avventura, con due allestimenti, uno top di gamma e uno entry level. Cosa c’entra tutto questo con la futura Benelli TRK 800? Forse non tutti sanno che QJ è il colosso cinese proprietario del marchio Benelli e che la moto asiatica, seppur diversa, ha tanto in comune con la TRK.

MOTORE Entrambe le moto, infatti, saranno spinte dal bicilindrico parallelo frontemarcia già utilizzato sulla naked 752 S, probabilmente potenziato fino a 80 CV. Non male le prestazioni, nei documenti depositati per l’omologazione in Cina, il dato dichiarato è di 200 km/h, valore in linea con le rivali del segmento. Dati che potrebbero essere confermati anche sulla Benelli TRK 800.

DIVERSE MA Come espressamente specificato da Benelli stessa in un comunicato stampa,il progetto TRK 800 ha poco a che vedere con quello di QJ. Non è difficile da credere, la clientela italiana è molto esigente e critica e la TRK entrerebbe in uno dei segmenti più combattuti del mercato, ergo non sono ammessi errori. Per fare ciò, gran parte del progetto è stato sviluppato in Italia, seguendo specifiche più in linea con il mercato europeo. Se QJ sceglie di attaccare il mercato con quattro versioni, Benelli potrebbe optare per due, rigorosamente top di gamma.

QJ SRB 750: la versione top di gamma con cerchi a raggi

STRADA O FUORI Probabilmente anche la Casa Pesarese sceglierà di proporre sul mercato due moto con indole differente: TRK 800, dedicata alla strada, e TRK 800 X più orientata al fuoristrada con ruota anteriore da 19 pollici e cerchi a raggi. Per quanto riguarda la componentistica i freni Brembo e le sospensioni regolabili visti sulle SRB 750 top di gamma potrebbero trovare posto anche sulla futura endurona pesarese mentre rimane qualche dubbio sulla scelta del forcellone. In alcune foto spia realizzata vicino alla fabbrica italiana, la TRK camuffata utilizzava un forcellone pressofuso in alluminio, anche nella versione “off-road”, mentre la versione più fuoristradistica della sorella cinese adotta il forcellone in tubi d’acciaio come sulla TRK 502 X 2020 (qui il link alla prova). Il forcellone , con la sua conformazione, potrebbe andare a incidere anche sul piatto della bilancia. I kg dichiarati per la SRB sono 236 a secco, la TRK potrebbe pesare qualcosina meno. 

NOVEMBRE CHIARIFICATORE Per fare chiarezza ci sarà ancora da attendere. Al momento nei programmi di Benelli c’è prima il lancio di un altro modello importante come la Leoncino 800, ma a novembre ne sapremo certamente di più. È vero, EICMA quest’anno non ci sarà, ma difficilmente le case cambieranno i loro piani.


TAGS: