Pubblicato il 24/04/20

INCENTIVI PER TUTTI La tanto attesa ''Fase 2'', su cui il Consiglio dei Ministri guidati da Giuseppe Conte sta lavorando in vista del 4 maggio, si avvicina sempre più. Diverse attività commerciali potranno presto ritornare ad aprire, soprattutto nel settore delle due ruote che ha visto un crollo di vendite e produzione. Il presidente di Ancma, Paolo Magri, definisce “un’ottima idea” quella del Governo agevolare e-bike, bici e monopattini , ma è anche vero che il ritorno in strada dopo il lockdown sarà ragionevolmente contraddistinto da un nuovo protagonismo delle due ruote a tutto tondo nella mobilità individuale, soprattutto nei grandi centri urbani. Proprio per questo motivo Ancma chiede a gran voce delle “forme di incentivo all’acquisto di carattere economico o fiscale per ciclomotori e moto”.

CLIMA E SALUTE Paolo Magri ha inoltre ricordato che, per agevolare l’acquisto di biciclette ed e-bike, il Governo ha già stanziato 255 milioni di euro nel Decreto Clima con incentivi fino a 1.500 euro per la rottamazione di veicoli inquinanti. Dunque, il Presidente Ancma, chiede un “piano di incentivazione all’acquisto sul breve periodo” per quanto riguarda tutta la mobilità su due ruote, ciclomotori e motocicli inclusi. Magri conclude confermando i benefici dell’utilizzo di bici e moto come:

  • distanziamento sociale
  • maggiore sostenibilità ambientale
  • maggiore velocità di percorrenza
  • facilità di parcheggio
  • predisposizione all’intermodalità
  • minore impatto sul traffico urbano

TAGS: scooter moto ancma Coronavirus fase 2 Incentivi fiscali