Autore:
Danilo Chissalè

BE SPECIAL Cosa sono le special? Banalmente è special tutto ciò che differisce dal progetto originale di una determinata moto. Perché esistono? Per dar vita alla fantasia, all’estro e alla voglia di uscire dagli schemi dei loro proprietari. Ad onor del vero non tutte le special diventano opere d’arte, spesso l’audacia dei preparatori supera i canonici standard del buon gusto e dell’efficacia. La testata australiana Pipeburn ha stilato la classifica delle 10 special più belle del 2017, ecco come si sono classificate.

10. FNA Custom Cycles’ Kawasaki 750 H2 Avete presente il cartone animato Wacky Races? Questa special sembra sbucare direttamente dai disegni della serie prodotta dalla Hanna-Barbera. Passo lunghissimo, forcella inclinata all’inverosimile e un vecchio motore Kawasaki due tempi 750 H2. La triangolazione sella pedane manubrio la lascio commentare a voi.

9. BMW R100R di ER Motorcycles Come differenziare la propria special dal resto delle R100R? Conservando di essa solo il necessario, ovvero l’indistruttibile boxer raffreddato ad aria, e aggiungendo componenti da superbike moderna. La BMW R100R realizzata da ER Motorcycles, preparatore sloveno, ha la forcella rovesciata di una Ducati 848, il faro della Xdiavel, il serbatoio di una Yamaha XJR 1200 e due bei dischi Brembo con pinze ad attacco radiale.

8. Yamaha One-Up Moto XV500 Questa special arriva direttamente dall’Arkansas. La One-Up si è lanciata in un sfida al limite dell’impossibile, la personalizzazione del modello meno interessante della gamma Virago, la XV500 e, con una serie di trovate geniali, ha generato un vero e proprio capolavoro. L’anteriore è realizzato utilizzando pezzi di Suzuki GSX-R, Harley e CB 750… a voi riconoscerli.

7. Benelli 354 Sport di Plan B Motorcycles Il made in Italy viene apprezzato in tutto il mondo, e questo vale anche se si tratta di preparatori di special. La Benelli 354 Sport di Plan B Motorcycles è un tributo alla Ferrari 512 Endurance. Se vi state chiedendo cosa c’è di originale in questa moto, la risposta è solo le ruote. Il resto, dal telaio al motore finendo con l’impianto frenante, è stato completamente riprogettato.

6. Triumph Rocket III di Wenley Andrews La trasformazione di una cruiser con motore tre cilindri 2300 cc in una cafè racer non è cosa da tutti, il preparatore australiano Wenley Andrews ci è riuscito egregiamente. Le modifiche riguardano principalmente la parte posteriore, con un nuovo telaietto e la seduta della sorella Triumph Thruxton. A completare il progetto troviamo uno scarico realizzato a mano pronto a far ruggire il poderoso motore di Hinckley.

5. Turbo Harley Evo Lucky Custom Costruita per festeggiare il decimo anniversario della Lucky Customs, la Cheetah nasce attorno ad un vecchio motore Harley- Davidson Evo degli anni 80, poco adatto allo scopo per cui la special è stata progettata, i record di velocità. Per sopperire al deficit di potenza i ragazzi di Lucky Custom hanno montato un turbo e aumentato la cilindrata a 1400 cc.

4. Ducati 1199 S Panigale di Ortolani Custom La dove c’era il rosso Ducati ora c’è… alluminio modellato con forme sinuose e conturbanti. La francese Ortolani Custom ha stravolto una Ducati Panigale 1199 s, trasformandola in una special che sembra uscire direttamente dal film Terminator. La particolarità? La “carenatura” è costituita da soli due pezzi di alluminio lavorato a mano.

3. Turbo Ducati 860GT della Hazan Motorwork Il costruttore losangelino è uno dei più apprezzati al mondo, il suo progetto è basato su una Ducati 860GT dotata di turbo. La trasformazione si è rivelata più dura del previsto, ma dopo varie modifiche, la trasformazione è stata portata a termine. Le modifiche non riguardano solo il motore, l’aumento degli ingombri ha infatti costretto i ragazzi della Hazan Motorwork a riprogettare anche parte del telaio.

2. BMW RnineT di Diamond Atelier Medaglia d’argento per la RnineT del preparatore tedesco Diamond Atelier, la sua BMW è caratterizzata da un design futuristico ma dalle linee semplici, il faro anteriore è stato sostituito cosi come il telaietto posteriore, la sella ed il serbatoio.

1. Ducati Zentralschweiz & Parts World - Ducati Panigale R Al primo posto, lasciando dietro di se oltre alle altre nove concorrenti, una scia di puristi Ducati alquanto alterati, troviamo la Ducati Panigale R “blue shark”. La Cafe Racer ha stupito per l’armonia del suo design, meritandosi il titolo di special dell’anno 2017 e il mio giudizio di opera d’arte

 

 

 


TAGS: bmw ducati pipeburn pipeburn 2017 bike of the year bike of the year moto dell'anno special dell'anno foto moto special ducati panigale r bmw r nine/t fotogallery special