Autore:
Dario Paolo Botta

DUE RUOTE CHE PASSIONE Molto spesso chi si approccia al mondo delle moto lo fa per passione, ma anche con l’intenzione di risparmiare, evitando esborsi onerosi per l’acquisto dell'auto. Se siete questo genere di persone, beh, questo articolo non fa per voi. Stiamo parlando infatti di fuoriserie dal prezzo astronomico, bolidi a due ruote in versioni limitate e modelli storici rarissimi. L’universo delle moto è qualcosa a sé stante, che vive di passioni e di una storia unica e leggendaria. Scopriamo insieme nomi e caratteristiche dei modelli più bizzarri, costosi e potenti in circolazione.

HILDEBRAND AND WOLFMÜLLER Parliamo di una vera principessa, un modello storico esclusivo costruito nel lontano 1894 dai fratelli Hildebrand e da Alois Wolfmüller. Si tratta del primo veicolo a due ruote a fregiarsi del titolo di moto (motorrad in tedesco). Irraggiungibile e iconica, ne esistono pochissime versioni e una di queste è andata all’asta nel 2010 per 131.200 dollari. Per i comuni mortali è possibile ammirarla in alcuni musei sparsi per l’Europa: in Germania al Deutsches Zweirad- und NSU-Museum di Neckarsulm e in Gran Bretagna al Museo della scienza di Londra.

ICON SHEENE Si tratta di una fuoriserie costruita in onore del motociclista britannico Barry Sheene. Realizzata in 52 esemplari, la Icon monta un motore da 1.400 centimetri cubici sovralimentato da una turbina Garett in grado di sviluppare 250 CV. Il prezzo? da spavento: 166.000 dollari per averla.

MTT TURBINE SUPERBIKE Per chi è alla ricerca di forti emozioni, la MTT Turbine Superbike è la risposta giusta. Un vero e proprio mostro dalla carena allungata. Questa bomba su due ruote è equipaggiata con un motore Rolls-Royce Allison Model 250-C18 con turbocompressore incorporato. Le prestazioni sono da capogiro: 320 CV e una velocità di punta stimata di 365 km/h, stando alle parole di Jay Leno che possiede la numero 002. Come se non bastasse la MTT è stata recentemente aggiornata con un propulsore ancora più potente, in grado di sviluppare una potenza di 420 CV.

NCR M16 NCR è un marchio italiano che offre ai motociclisti versioni esclusive e customizzate, contraddistinte da un design sportivo. La versione più costosa ed estrema è la Millona 16, realizzata sulla base del modello stradale della Ducati Desmosedici MotoGP. Grazie all’utilizzo di materiali compositi come il titanio, la fibra di carbonio e l’alluminio, di derivazione aereonautica, NCR è riuscita a ridurre il peso a 176 kg a tutto vantaggio delle prestazioni. Non ci sono certezze sul suo valore, che dovrebbe comunque aggirarsi intoro ai 250.000 euro.

ECOSSE TITANIUM SERIES FE TI XX Nel 2012 era la moto più costosa al mondo con i suoi 300.000 dollari. Costruita in soli 13 esemplari da un produttore californiano con tecniche artigianali. Si tratta di una naked grintosa con un motore sovralimentato da 200 CV. La sua unicità? i tempi di realizzazione. Il produttore stima infatti 12.000 ore di lavoro per allestire un solo esemplare. la qualità è assicurata.

DODGE TOMAHAWK V10 Nel 2003 al North American Auto Show sorprese tutti con il suo motore automobilistico derivato dalla Dodge Viper, un V10 da 8.3 litri. Una concept dal design futuristico che richiamava lo stile “cyborg” del film Terminator. Le sue prestazioni collocano ancora oggi la Tomahowk V10 al vertice, con una strabiliante velocità massima stimata di 675 km/h! Nel 2009 Dodge decise di autolimitare il mostro a 640 km/h, ma il prezzo rimase irraggiungibile: 550.000 dollari.

VINCENT BLACK LIGHTNING Si tratta della più iconica, un vero gigante del motociclismo. Parliamo della britannica Vincent Black Lightning. Oggi ne rimangono solo 19 esemplari. Prodotta dal 1948 al 1952, la sua fama è dovuta al record di velocità stabilito al Bonneville Salt Flats nello Utah. Nel febbraio 2018 una delle ultime è andata all’asta per la cifra record di 929.000 dollari. Ad accaparrarsela, non a caso, un magnate australiano.

CAPTAIN AMERICA PANHEAD CHOPPER Born in USA sarebbe il titolo giusto per questo chopper. Un classico anni 60, dal manubrio alto con bandiera a stelle e strisce dipinta sul serbatoio centrale. Non parliamo di una qualunque, ma del modello utilizzato da Peter Fonda nel celeberrimo film del 1969: Easy Rider. Si tratta di un pezzo unico, dei 4 modelli utilizzati durante le riprese, 3 furono infatti rubate ancor prima che il film venisse terminato. Questo gioiellino da cineteca ha dunque un prezzo da Oscar: 1,35 milioni di dollari.

HARLEY DAVIDSON COSMIC STARSHIP Anche la storica casa americana di Milwaukee si difende bene. La versione customizzata della V-rod, ridipinta dall’artista Jack Armstrong e ribattezzata Cosmic Starship, ha fatto registrare numeri da capogiro. In una prima asta negli States la moto è stata battuta ad un prezzo di 1 milione di dollari, rivenduta successivamente per 3 milioni di dollari alla Star Global International Inc. La versione con aerografie fluorescenti viene ora conservata in un ambiente protetto in grado di preservarne la preziosa colorazione.

BMS NEHMESIS Per concludere, la più cara di tutte. Prodotta da un’azienda con sede in Florida, che annovera fra i suoi clienti rock star e rapper., la BMS Nehmesis è un chopper lungo più di tre metri, realizzato dal fondatore della casa, San Nehme. La moto ha un design originale, si guida completamente distesi e ha richiesto più di 3.000 ore di duro lavoro. Il suo valore stimato è di 3 milioni di dollari, perché così tanto? Bhe il prezzo è giustificato se si considera che carrozzeria e cerchi sono placcati in oro.

 


TAGS: moto record naked lusso chopper moto sportive