News

Ducati Desmosedici RR


Avatar Redazionale , il 01/06/06

15 anni fa - La prima Moto GP da strada.

Le prime immagini della nuova supersportiva di Borgo Panigale, parente strettissima della moto attualmente schierata in MotoGP. Realizzata artigianalmente al ritmo di 400 esemplari all'anno, avrà un prezzo di 55.000 euro chiavi in mano.

ATTO DI GUERRA La svolta è di quelle epocali. Mai sino ad ora era stato possibile valutare l'acquisto di una così stretta parente di una MotoGP. Sino ad ora le Case nipponiche hanno religiosamente rispettato un accordo, più o meno tacito, di non inserire in listino repliche delle moto della classe regina. Ora la Ducati rompe gli indugi e dal 2007 sarà possibile portare su strada una Desmosedici cugina di quella che lotta per il mondiale con Capirossi. Se a questo punto la seguiranno altre Case lo sapremo presto.

A TUTTA FORZA Quel che è certo è che alla Ducati non si sono risparmiati e hanno attinto a piene mani dal know-how maturato nelle corse. Il motore è un quattro cilindri a L di 90° con cilindrata totale di 989 cc, con la classica distribuzione desmodromica, alberi comandati da una cascata di ingranaggi e scoppi asimmetrici twin pulse. Molta la componentistica realizzata con materiali di pregio: il carter e le teste sono fusi in terra, le bielle e le valvole sono in titanio, mentre i coperchi del motore sono in magnesio. Quanto alla potenza, si parla di oltre 200 cv con lo scarico aperto e di poco meno con lo scarico in configurazione stradale, entrambi caratterizzati da una curiosa forma a camino. Di chiara derivazione pistaiola è anche il cambio, a sei marce completamente estraibile.

CARTA CARBONE Anche sul fronte ciclistico c'è di che leccarsi i baffi. Il telaio è ibrido, a traliccio in tubi d'acciaio ALS450 saldati e con piastre fresate dal pieno. La carenatura è interamente in fibra di carbonio, come pure il telaietto reggisella. La geoemtria ricalca fedelmente quella Desmosedici GP6 con all'avantreno una forcella pressurizzata griffata Ohlins con steli da 43 mm trattati al TiN. Le ruote sono Marchesini, l'anteriore da 17" e la posteriore da 16" (come vorrà la moda in MotoGP nel 2007), forgiate in magnesio, e calzano pneumatici sviluppati ad hoc dalla Bridgestone. I dischi dei freni sono Brembo in acciaio da 320 mm con 6 mm di spessore, gli stessi utilizzati sulla GP6 nelle gare sul bagnato. Le pinze sono monoblocco ad attacco radiale.

IN PERFETTO ORARIO Annunciata in occasione della World Ducati Week del 2004, la Desmosedici RR ha sinora rispettato tutte le scadenze imposte dalla tabella di marcia del progetto. I prossimi impegni annotati sulla sua agenda sono ovviamente i Saloni d'autunno, quello di Colonia, prima, e quello di Milano, poi. Per le eventuali prenotazioni ci si può però fare avanti da subito, mentre le prime consegne inizieranno soltanto tra un annetto. Il prezzo è di 55.000 euro, comprensivo di tre anni di garanzia e manutenzione, di un kit con scarico racing da 102 dB, di un telo coprimoto e di un cavalletto posteriore. Due le versioni previste: la "base, rossa con tabella bianca e la "Team Version", con anche la banda laterale bianca. Ogni Desmosedici RR è corredata anche di un kit di adesivi degli sponsor ufficiali 2006.


GUARDALA DA VICINO











Pubblicato da Paolo Sardi, 01/06/2006
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox