Anteprima:

Aprilia RXV/SXV


Avatar Redazionale , il 28/09/05

16 anni fa - Il bicilindrico off road da oggi è per tutti

Lo avevano promesso e sono stati di parola. Aprilia rispetta i tempi e presenta a tempo di record le moto più ambite dagli appassionati di enduro e motard. Motore bicilindrico e prestazioni super, vestite con un abito che più bello non si può. Il bicilindrico off road è oggi una realtà alla portata di tutti.



SCADENZA RISPETTATA La promessa è stata mantenuta, dalle prime timide apparizioni al prodotto finale, di serie, omologato e pronto per la vendita sono passati solo un paio d'anni. Pochissimi considerata la difficoltà di un progetto totalmente inedito e da molti giudicato poco più che una scommessa per far parlare di sé.

GIÀ MONDIALE

Invece le SXV e RXV hanno fatto tanta strada, vincendo un mondiale Supermotard classe S2 con Jerome Giraudo e andando a fare esperienza direttamente sui campi di gara. Un'esperienza vincente, come testimoniano gli ottimi risultati portati a casa da Stefano Passeri nella massacrante 6 giorni con la RXV enduro. Collaudatori d'eccezione per queste moto nate per correre. Le stesse che adesso potrete comprare a partire dalla metà di novembre nei concessionari Aprilia, nelle due cilindrate 450 e 550.

DIFFERENZE MINIME Perché, come sempre accade nell'off road, le differenze tra le moto da competizione e quelle regolarmente in vendita sono assolutamente minime. Le due Aprilia, quindi, montano i fari (anzi l'enduro li aveva già) poco più.

MOTORE DA CORSA

Tutto il resto è praticamente uguale alle moto da corsa, a partire dall'incredibile motore bicilindrico. Il 45.2 è un vero gioiellino di meccanica, per lui in Aprilia hanno fatto largo uso di materiali nobili come il titanio per le valvole o il magnesio per alcuni carter motore. È alimentato ad iniezione elettronica, e vanta una compattezza dimensionale incredibile, al punto da essere addirittura più piccolo di alcuni monocilindrici di pari categoria. Un motore anche molto pulito, se è vero che rientra già nel limiti Euro2 senza nemmeno utilizzare un catalizzatore, può girare fino ai 14.000 giri e sebbene la potenza non sia dichiarata è ipotizzabile una cavalleria vicina ai 60 cv. Nonostante tutto Aprilia lo garantisce per intervalli di manutenzione più lunghi di un motore monocilindrico.

ACCIAIO E ALLUMINIO

Confermata anche la ciclistica, con un mix tra l'acciaio e l'alluminio, il traliccio è innestato in piastre stampate. Il forcellone è una vera e propria opera d'arte e tra l'altro va segnalato che per la prima volta al mondo (tra le moto di serie) motard ed Enduro hanno adattamenti differenti. Il motore della SXV ha, infatti, l'albero secondario allungato, per consentire di montare il pignone più esternamente e di conseguenza evitare fastidiosi contatti tra la catena e il pneumatico posteriore. Allo stesso modo il forcellone della SXV è allargato per montare cerchi fino a 6 pollici e mezzo. La SXV monta anche una pinza radiale di serie. Sul design, beh giudicate voi, le sovrastrutture sono davvero ridotte al minimo, telaio e motore sono elementi fondamentali a dare una aspetto estremamente Hi Tech ed a rendere queste due moto assolutamente inconfondibili.
Pubblicato da Stefano Cordara, 28/09/2005
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox