Auto elettriche e ricarica wireless su strada? Ecco come in video
Auto elettrica

Ricarica a induzione dall'asfalto? Ecco come sarebbe. Video


Avatar di Lorenzo Centenari , il 17/05/21

4 mesi fa - Ricarica batterie come ricarica smartphone: uno studio spiega come

Ricarica batterie di una EV come la ricarica wireless di uno smartphone. Senza cavi e mentre guidi. Uno studio USA spiega come

WIRELESS CHARGING Ansia da autonomia ed infrastruttura di ricarica ancora agli albori sono il rovescio della medaglia di un paradigma che dell'auto elettrica - tra gli altri fattori - ne ostacolano la diffusione su larga scala. Ma che accadrebbe, invece, se le EV potessero caricare direttamente sulle strade, senza dover raggiungere una colonnina, né doversi mai fermare? Un gruppo di ricercatori della Cornell University ha la soluzione in tasca. È ancora allo stadio di prototipo, ma chissà che un giorno...

VEDI ANCHE



LE DIMENSIONI CONTANO In realtà la ricarica a induzione non è una novità nemmeno per le Case automobilistiche, che sempre più consentono di ricaricare il telefono in modalità wireless a bordo dei propri modelli. La grande sfida è applicare la medesima tecnologia alle batterie delle auto elettriche, generando campi magnetici sotto la superficie della strada. Tecnicamente è fattibile, il problema sono i costi. Nel video qui sotto Khurram Afridi, professore associato alla Cornell, spiega pro e contro della soluzione.

I PRIMI TENTATIVI Un progetto simile venne testato in California già negli anni '80, tuttavia si giunse alla conclusione che i campi magnetici alternati richiedono hardware troppo costosi, e che utilizzano più energia di quanta non ne forniscano. La tecnologia che Afridi e il suo team stanno sviluppando al Jet Propulsion Lab della NASA utilizzerà perciò, come alternativa, campi elettrici ad altissima frequenza. La potenza verrebbe trasferita tramite piastre annegate anche diversi metri sotto il manto stradale: allo stato attuale, la ricarica ad alta frequenza sarebbe in grado di caricare una Nissan Leaf in quattro o cinque ore. Un veicolo con una batteria più grande richiederebbe più tempo. Ma col vantaggio di non doversi mai fermare. Ti sposti all'interno della corsia apposita, la strada legge la tua targa, ti ricarica e ti addebita il servizio.

COI ''SE'' E COI ''MA'' Al momento le incognite sono ovviamente maggiori delle certezze. Anche secondo le stime di Afridi, la tecnologia è a circa 10 anni dall'essere pronta. Ancora per un po', ricarica auto elettriche con cavo. Ma è anche da visioni all'apparenza senza prospettiva, che il progresso trae linfa vitale. 


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 17/05/2021

Vedi anche
Logo MotorBox