Autore:
Simone Dellisanti

RESOCONTO GIORNO 3

100 SUCCESSI Sebastien Ogier vince, con la sua Citroen C3 WRC, il Rally di Monte Carlo alla sua prima apparizione da quando ha fatto ritorno al team Citroen. Una vittoria conquistata di un soffio visto che il suo diretto concorrente, Thierry Neuville, ha tagliato il traguardo conquistando il secondo posto con un gap di soli 2.2. Mai nella storia del Rally di Monte Carlo due piloti avevano concluso la gara del Principato con un gap così risicato. La vittoria di Ogier segna, inoltre, un traguardo importante per il Double Chevron che fa registrare nell'Albo d’Oro del WRC il 100 ° successo mondiale.

IN LOTTA Il successo del francese non è stato però semplice. Poiché nelle PS di apertura di questa domenica Ogier aveva accusato alcuni problemi al pedale del gas sulla sua C3, un piccolo intoppo che ha permesso a Neuville di ridurre il gap con il francese fino a 4,3 secondi, permettendogli anche di sopravanzare la C3 con la sua Hyundai i20. Ogier ha lasciato una flebile speranza di vittoria al belga prima di riprendersi la testa della corsa nelle ultime PS, per issarsi così sul gradino più alto del podio, conquistando la settima vittoria in totale in quel di Monte-Carlo, sei vittorie con quattro diversi produttori. "Il Rally di Monte Carlo è per me il rally di casa e ha un sapore tutto speciale", ha dichiarato Ogier al termine della giornata. “Abbiamo vinto nonostante un piccolo problema meccanico e quindi siamo molto felici. È la nostra sesta vittoria qui nel Principato, con tre macchine diverse, davvero niente male!”

TERZO INCOMODO Anche Ott Tänak ha dato sfoggio di una grande prestazione nel Rally di Monte Carlo con la sua Toyota Yaris, dopo aver vinto quattro PS nella giornata di sabato ed essere stato il più veloce nelle due prove speciali di apertura di questa mattina. Una performance con i fiocchi che avrebbe potuto regalargli anche la prima posizione finale se non avesse rotto un cerchio durante la giornata del venerdì.

TOP SIX Hanno concluso la top six del Rally di Monte Carlo la Toyota Yaris di Jari-Matti Latvala, la Hyundai i20 Coupè di Loeb e la Toyota d Meeke, con il britannico che ha conquistato anche i punti bonus in palio nella power stage finale.

CLASSIFICA FINALE 

  Posizione

Pilota/navigatore

Vettura

Tempo/distacco

1

Ogier/Ingrassia

Citroen C3 WRC

3.21'15”9

2

Neuville/Gilsoul

Hyundai i20 Coupé WRC

+2"2

3

Tanak/Jarveoja

Toyota Yaris WRC

+2'15"2

4

Loeb/Elena

Hyundai i20 Coupé WRC

+2'28"2

5

Latvala/Anttila

Toyota Yaris WRC

+2'29"9

6

Meeke/Marshall

Toyota Yaris WRC

+5'36"2

7

Greensmith/Edmonson

Ford Fiesta R5 EVO2

+13'04"6

8

Bonato/Boulloud

Citroen C3 R5

+13'56"6

9

Sarrazin/Renucci

Hyundai i20 R5 N.G.

+14'06"8

10

Formaux/Jamoul

Ford Fiesta R5 EVO2

+16'03"4

 

RESOCONTO GIORNO 2

OGIER LEADS Anche in questo secondo giorno del Rally di Monte Carlo, davanti a tutti c’è sempre Ogier e la sua Citroen C3 WRC intenti a comandare sulle strade che circondano e attraverso le Alpi francesi. "Mi aspettavo condizioni climatiche più clementi in questi giorni. La sfida si fa sempre più intensa e Thierry Neuville non si arrenderà. Il bello deve ancora venire”, queste le parole di Ogier al termine della giornata di sabato.

OUTSIDER HYUNDAI Dietro di lui tiene duro Thierry Neuville a bordo della sua Hyundai i20 che rincorre la Citroën C3 WRC a una distanza di 4.3 secondi. "Ho cercato di tenere Ogier il più vicino possibile ma questo è il suo rally di casa e le strade le conosce davvero bene. Sarà molto difficile fare meglio di lui”, ha dichiarato il pilota della Hyundai i20.

LOTTA SERRATA Dietro i primi due si sono dati battaglia Sébastien Loeb (Hyundai) e Jari-Matti Latvala (Toyota) a quasi due minuti dietro la coppia in testa alla classifica generale. I due outsider si sono scambiati le posizioni in ben tre occasioni durante il Rally di Montecarlo 2019 prima che il nove volte campione del mondo Loeb non ha deciso di accellerare il proprio passo per conquistarsi il terzo crono della giornata, mentre Latvala si è dovuto accontentare della quarta posizione lanciando il guanto di sfida a Loeb, per la giornata di domani.

TOP SIX Brutte notizie per Mikkelsen (Hyundai) che dall'inizio della giornata di gara aveva messo in mostra una prestazione eccellente ma alla fine le sue speranze di poter presenziare tra le posizioni che contano sono andate in frantumi quando il norvegese ha strisciato un muro nell'ultima curva della PS d’apertura e l'impatto ha distrutto la parte posteriore sinistra della sua i20. Risultato: Ritiro immediato. Chiudono la top six le ultime due Toyota con Lappi e Meeke

APPUNTAMENTO A DOMANI Il finale di domenica rimane fedele alla tradizione monegasca con le ultime prove speciali che avranno luogo presso le Alpi Marittime sopra Monaco con due passaggi lunghi 63,98 km e due passaggi sul leggendario Col de Turini.

   Posizione Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco
1 Ogier/Ingrassia Citroen C3 WRC 2.38'30”0
2 Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC +4"3
3 Loeb/Elena Hyundai i20 Coupé WRC +1'58"7
4 Latvala/Anttila Toyota Yaris WRC +2'01"0
5 Tanak/Jarveoja Toyota Yaris WRC +2'16"0
6 Meeke/Marshall Toyota Yaris WRC +5'26"8
7 Greensmith/Edmonson Ford Fiesta R5 EVO2 +10'12"0
8 Bonato/Boulloud Citroen C3 R5 +11'43"4
9 Sarrazin/Renucci Hyundai i20 R5 N.G. +12'16"0
10 de Mevius/Wyaedeghe Citroen C3 R5 +13'07"0

RESOCONTO GIORNO 1

IL RE La prima giornata del Rally dei Monte Carlo, primissima tappa per il Mondiale WRC 2019, si è conclusa ieri sera con Sebastien Ogier che ha ripreso da dove aveva lasciato nella passata stagione, ossia in testa al gruppone. Alla conclusione della giornata rallistica di venerdì, Ogier e la sua Citroen C3 WRC sono in prima posizione mentre il suo compagno di team Esapekka Lappi è stato costretto al ritiro dopo aver rotto il quadrilatero anteriore sinistro e l'albero di trasmissione della sua C3, a seguito di un impatto.

IN LOTTA Eppure, l’ordine di partenza in questo Rally di Monte Carlo non era certo favorevole al campione francese ma ciò non ha impedito a Ogier di innalzarsi in vetta alla classifica generale del venerdì sera, grazie a una buona serie di piazzamenti nelle due Prove di apertura del Giovedì sera e all’inizio del programma di Venerdì (la prima Speciale, la Valdrome-Sigotier è annullata per “invasione di campo”) e dilaga a partire dalla fine del primo giro. La C3 WRC si è imposta poi a Curbans-Piegut e nel secondo passaggio, questa volta “buono” sulla Valdrome-Sigotier. A una Speciale dalla fine della Tappa Ogier e Ingrassia sono passati al comando del Rally. La strategia di scelta delle gomme ha dato i suoi frutti, ma è soprattutto nell’attenzione di esecuzione della PS 7, particolarmente “tagliata”, che il Fuoriclasse di Gap, perfettamente assecondato da una C3 WRC mai vista così efficiente e competitiva, è riuscito a fare la differenza.

L'AVVERSARIO Dietro al Campione c'è l'avversario che gli ha dato del filo da torcere per tutto il 2018, è Thierry Neuville che con la sua Hyundai i20 WRC si è accasato in seconda posizione a 2.0 secondi di svantaggio dal francese ma che oggi, sicuramente, ce la metterà tutta per impadronirsi della posizione più ambita.

IL GRUPPO Dietro ai primi due c'è un abisso in termini di tempo. Terza posizione per Mikkelsen a bordo di un'altra Hyundai i20 che agguanta l'ultima posizione sul podio nella PS finale del venerdì. Il pilota Hyundai ha concluso il suo venerdì distanziando, in quarta posizione, la Toyota di Latvala a 7,4 secondi che a sua volta ha preceduto Sébastien Loeb, sulla Hyundai, di 0,8 secondi. Elfyn Evans è stato il pilota più veloce per la Ford portando la sua Fiesta in sesta posizione davanti a un frustrato Tänak sulla Toyota. L'estone, dopo avere conquistato lo Shakedown iniziale ha perso moltissimo terreno con un problema alla ruota che l'ha costretto a fermarsi per la sua sostituzione, perdendo cosi quattro minuti di tempo e il contatto con i suoi avversari. Stessa sorte è toccata a Kris Meeke alle prese, anche lui, con un problema alla ruota e alla successiva sostituzione. Concludono la top ten il leader della  WRC 2 Pro, Gus Greensmith e il suo avversario Yoann Bonato, rispettivamente su Ford e Citroen.

A DOMANI Quattro le Speciali in programma per questo sabato, con i due passaggi sulla Agnières En Dévoluy, la più lunga del Rally. Un lungo viaggio verso la finale di domenica.

Posizione Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco
1 Ogier/Ingrassia Citroen C3 WRC 1.37'17”3
2 Neuville/Gilsoul Hyundai i20 Coupé WRC +2"0
3 Mikkelsen/Jaeger Hyundai i20 Coupé WRC +1'17"7
4 Latvala/Anttila Toyota Yaris WRC +1'25"1
5 Loeb/Elena Hyundai i20 Coupé WRC +1'25"9
6 Evans/Martin Ford Fiesta WRC +1'47"5
7 Tanak/Jarveoja Toyota Yaris WRC +2'34"9
8 Meeke/Marshall Toyota Yaris WRC +5'33"0
9 Greensmith/Edmonson Ford Fiesta R5 EVO2 +7'00"1
10 Bonato/Boulloud Citroen C3 R5 +7'06"7

INFORMAZIONI

REEN GREEN GREEN Il Rally di Monte-Carlo dà il via, anche quest’anno, al campionato mondiale di rally, il WRC 2019. Come di consueto il rally monegasco vedrà i piloti fronteggiarsi sulle strade asfaltate del Principato, mentre i tecnici e i meccanici terranno il naso all’insù per anticipare le condizioni meteo, un fattore sempre fondamentale in questa gara rallistica. Quindi, attenzione a neve, pioggia e ghiaccio che nel bel mezzo della bagarre potrebbero cambiare le carte in tavola ai concorrenti del Rally.

LE PROVE SPECIALI Le WRC Plus partiranno giovedì con le prime due Prove Speciali, inedite e completamente nuove rispetto alle passate edizioni. I piloti dovranno stare molto attenti se non vorranno buttare alle ortiche la prima sfida della stagione, a causa del buio e del tracciato completamente inedito. I campioni del WRC scenderanno, poi, in pista nella giornata di venerdì per affrontare ben sei PS con tre di queste inedite e racchiuse tutte nella mattinata di venerdì. Infine, il sabato di gara sarà animato da due PS mattutine, con le stesse ripetute al pomeriggio per un totale di 93,38 chilometri. La domenica sarà invece il turno della famosa Col de Turini e la Power Stage finale chiamata La Cabanette-Col de Braus.

IL PROGRAMMA Di seguito il programma dettagliato con tutte le Prove Speciali del Rally di Monte-Carlo:

Giorno Speciale Chilometri Orario
       
Giovedì Shakedown "Gap" 3,35 10:00
  PS1 La Breole – Salonnet 20,76 19:38
  PS2 Avançon – Notre Dame du Laus 20,59 20:41
       
Venerdì PS3 Valdrome – Sigottier 1 20,04 09:11
  PS4 Roussieux – Laborel 1 24,05 10:14
  PS5 Curbans – Piegut 1 18,47 11:37
  SERVICE    
  PS6 Valdrome – Sigottier 2 20,04 14:23
  PS7 Roussieux – Laborel 2 24,05 15:26
  PS8 Curbans – Piegut 2 18,47 16:49
       
Sabato PS9 Agnieres en Devolouy – Corps 1 29,82 08:48
  PS10 St Leger les Melezes – la Batie Neuve 1 16,87 14:08
  SERVICE    
  PS11 Agnieres en Devolouy – Corps 2 29,82 12:47
  PS12 St Leger les Melezes – la Batie Neuve 2 16,87 14:08
       
Domenica PS13 La Bollene Vesubie – Peira Cava 1 18,41 08:20
  PS14 La Cabanette – Col de Braus 1 13,58 09:08
  RIFORNIMENTO    
  PS15 La Bollene Vesubie – Peira Cava 2 18,41 10:55
  PS16 La Cabanette – Con de Braus 2 (Power Stage) 13,58 12:18

TAGS: wrc 2019 wrc 2019 rally monte-carlo