Pubblicato il 14/03/2020 ore 11:20

OGIER TENTA L'ALLUNGO È stato un venerdì ricco di colpi di scena quello del Rally Messico 2020. A sorridere è senz'altro Sebastien Ogier, che ritroviamo al comando dopo averlo lasciato già leader al termine delle speciali del mattino. Il francese sta incrementando il suo vantaggio sugli inseguitori, tra i quali si sta distinguendo un ottimo Teemu Suninen. Il finlandese è l'unico a reggere il passo e con la sua Ford Fiesta si trova a soli 13 secondi.

PIANTO HYUNDAI Se Ogier ride, in casa Hyundai c'è molto da piangere. Dopo i problemi legati al radiatore che avevano fatto perdere oltre 5 minuti a Dani Sordo nel corso del mattino, il pomeriggio è stato ancora più doloroso per il team coreano. Thierry Neuville è stato tradito dal motore della sua i20 nel corso della SS9, mentre si trovava in un'ottima terza posizione. Il belga, che stava contenendo i danni derivanti dal dover partire per secondo pulendo le traiettorie ai concorrenti successivi, ha perso via via un sacco di minuti, terminando la giornata addirittura a 40 minuti. Anche Sordo ha avuto problemi al motore, nuovamente nella lunga SS El Chocolate già fatale per lui al mattino, e si è ritirato.

CI PROVA TANAK A salvare l'onore della Hyundai ci sta provando Ott Tanak. Il campione del mondo in carica, dopo aver perso quasi un minuto al mattino per un suo errore, sta viaggiando a buon ritmo e contende a Elfyn Evans la terza posizione. Il gallese a sua volta è stato molto bravo a contenere i danni della partenza per primo nelle SS, derivante dalla sua leadership nella classifica generale. A una manciata di secondi da questa coppia trova Kalle Rovampera con la terza Toyota. Il giovane finlandese è stato rallentato da una foratura, ma ha esaltato il pubblico vincendo la breve prova spettacolo che ha chiuso la giornata.

LAPPI IN FIAMME Tra le vittime di una giornata ricca di imprevisti c'è anche Esapekka Lappi. La sua Ford Fiesta è andata in fiamme nel corso del secondo passaggio sulla SS El Chocolate e l'incendio scaturitosi nel posteriore si è propagata con una tale violenza che né il suo copilota ne i commissari presente sono stati in grado di spegnerlo. Al settimo posto assoluto e primo delle WRC2 troviamo così Pontus Tindemand con la Skoda Fabia, mentre al nono posto e primo tra le WRC3 c'è il boliviano classe 2000 Marquito Bulacia, navigato dall'italiano Giovanni Bernacchini. Il Rally Messico riparte nel pomeriggio italiano, con tre lunghe SS che verranno poi ripetute quando da noi sarà già notte, prime delle consuete prove spettacolo di fine giornata.

RALLY MESSICO 2020, CLASSIFICA DOPO SS12

Pos. Pilota Auto Distacco
1 Sebastien Ogier Toyota  
2 Teemu Suninen Ford +13.2
3 Elfyn Evans Toyota +33.2
4 Ott Tanak Hyundai +33.4
5 Kalle Rovampera Toyota +35.7
6 Gus Greensmith Ford +1:16.8
7 Pontus Tidemand Skoda +4:16.7
8 Nikolay Gryazin Hyundai +5:07.8
9 Marquito Bulacia Citroen +5:54.3
10 Emilio Fernandez Skoda +8:39.8

TAGS: wrc ogier Rally Messico