Le pagelle del Rallye Montecarlo 2022
WRC 2022

WRC 2022, le pagelle del Rallye Montecarlo


Avatar di Luca Manacorda , il 24/01/22

3 mesi fa - Diamo i voti ai protagonisti del primo rally della stagione 2022

Le pagelle di MotorBox sul Rallye Montecarlo 2022: Loeb scrive un'altra pagina di storia, Ogier si arrende a testa alta
Benvenuto nello Speciale WRC 2022, composto da 11 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario WRC 2022 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LE PAGELLE DEL MONTE La stagione 2022 del WRC si è aperta con un epico scontro sulle strade del Rallye Montecarlo tra i due mostri sacri di questa categoria, Sebastien Loeb e Sebastien Ogier. I due hanno messo in mostra ancora una volta tutta la loro classe, che non a caso gli è valsa la conquista di complessivi 17 titoli iridati. Sugli insidiosi asfalti in parte ghiacciati, la coppia francese si è dimostrata di un altro pianeta per quasi tutti gli altri piloti, con l'eccezione di Elfyn Evans che però ha pagato a caro prezzo un suo errore nella giornata di sabato. Andiamo a scoprire promossi e bocciati tra i protagonisti del primo weekend dell'era ibrida del Mondiale Rally.

WRC, Rallye Montecarlo 2022: Sebastien Loeb (Ford) WRC, Rallye Montecarlo 2022: Sebastien Loeb (Ford)

SEBASTIEN LOEB - VOTO 10: gli aggettivi per l'alsaziano sono ormai finiti e forse di stupefacente c'è solo il fatto che ancora ci stupiamo di cosa sia in grado di fare. Non partecipava a una tappa del WRC dal settembre del 2020, non ne vinceva una dalla stagione 2018 e sono passati ormai 10 anni dall'ultima volta che si è dedicato a tempo pieno ai rally. Non più tardi di 10 giorni fa era impegnato nella Dakar, poi chiusa al secondo posto. Nonostante tutto questo, e a pochi mesi dal 48esimo compleanno, Loeb ha dimostrato fin dallo shakedown di voler bagnare nel migliore dei modi il battesimo della nuova Ford Puma ibrida. Quando l'ottavo successo al Rallye Montecarlo sembrava potesse sfuggirgli per una manciata di secondi, anche il destino gli ha dato una mano, ma questo nulla toglie a un'impresa che ancora una volta ci restituisce tutta la grandezza di Seb. Come se il tempo si fosse fermato, festeggia il successo con un salto mortale, come faceva ai tempi dei nove mondiali consecutivi. Leggenda

SEBASTIEN OGIER - VOTO 8: non ci fosse stato quel fenomeno di Loeb avrebbe vinto senza troppi patemi, giusto per ricordare anche in questa sua prima stagione con impegno part time chi ha conquistato 8 degli ultimi 9 mondiali. A meno di due speciali dal termine aveva le mani sulla vittoria, poi la foratura nella SS16 gli è costata 34 determinanti secondi. La delusione e la voglia di compiere una rimonta pazzesca nella Power Stage lo hanno portato a commettere l'errore della partenza anticipata, costatagli ulteriori 10 secondi di penalità. Alla fine, se non ci fossero stati, si sarebbe fermato a mezzo secondo dalla vittoria e allora forse è meglio così, la sconfitta è meno bruciante. Conferma

CRAIG BREEN - VOTO 7,5: l'esordio al volante della Ford è stato un crescendo, mostrando un feeling sempre migliore con la sua Puma. Settimo dopo le due speciali in notturna, ha man mano scalato la classifica, mantenendo un buon ritmo e approfittando degli errori altrui. Il podio è il modo migliore di cominciare la stagione e gli vale la vittoria virtuale tra i piloti impegnati a tempo pieno nel WRC 2022, anche se la Power Stage percorsa con la massima accortezza non gli porta punti e lo fa scalare di una posizione nella classifica generale. Concreto

WRC, Rallye Montecarlo 2022: Craig Breen (Ford) WRC, Rallye Montecarlo 2022: Craig Breen (Ford)

KALLE ROVANPERA - VOTO 7,5: dopo le due speciali in notturna era dodicesimo e venerdì sera era salito solo in nona posizione. L'avvio del Montecarlo faceva pensare che il giovane finlandese dovesse ancora prendere le misure con la sua Yaris. Da sabato ha però cambiato passo, salendo in classifica con una serie di speciali percorse sui tempi dei due Sebastien: cinque volte su cinque nei primi tre e due successi parziali lo hanno portato addirittura a fare un pensiero al podio. Il vantaggio di Breen era però troppo grande e Rovanpera domenica ha preferito correre in gestione in ottica Power Stage dove, complice la penalità di Ogier, ha vinto incamerando 5 preziosissimi punti in ottica campionato. Grazie a questi infatti, è terzo nella generale e dunque primo tra i piloti impegnati a tempo pieno. In crescendo

GUS GREENSMITH - VOTO 7: il britannico completa il trionfo del team M-Sport piazzando la terza Puma nelle prime cinque posizioni. In mezzo alle insidie del weekend è bravo a non commettere errori gravi e si toglie lo sfizio di vincere una prova speciale, la prima per lui nel WRC. Maturato

THIERRY NEUVILLE - VOTO 7: la sesta posizione è piuttosto deludente come risultato, ma il belga ha salvato il bilancio pessimo della Hyundai rimediando ai tanti problemi di gioventù mostrati dalla i20 ibrida. Non solo qualche capriccio di troppo da parte della componente elettrica del motore, ma anche il grosso guaio alla sospensione anteriore destra che ha pesantemente condizionato la sua giornata di domenica. La vittoria nella SS15 dimostra che, se supportato dalla macchina, Neuville può continuare a coltivare ambizioni di vittoria. Resiliente

VEDI ANCHE


WRC, Rallye Montecarlo 2022: Thierry Neuville (Hyundai) WRC, Rallye Montecarlo 2022: Thierry Neuville (Hyundai)

ANDREAS MIKKELSEN - VOTO 8,5: il norvegese si conferma il padrone del WRC2 e, complici le tante Rally1 ritirate o attardate, oltre a vincere la sua categoria conclude con un prestigioso settimo posto in classifica generale. L'acceso duello con Stephane Lefebvre lo vedeva venerdì sera in leggero ritardo, poi il ritiro del francese gli ha spianato la strada verso il successo. Autorevole

TAKAMOTO KATSUTA - VOTO 6: guidando con accortezza, stava portando a casa un eccellente quinto posto. Poi, un errore che lui stesso ha definito ''stupido'' nel corso della SS13 gli ha fatto perdere un sacco di minuti, quelli necessari per tirare fuori dal fosso in cui era finito con la sua Yaris. Salva il weekend con l'ottavo posto finale, ma dimostra di dover ancora migliorare per essere al livello degli altri piloti di vertice. Incompleto

ELFYN EVANS - VOTO 4,5: fino a sabato mattina stava andando forte, riuscendo a tenere il passo degli scatenati Sebastien. L'errore nella SS11 però è grave e gli preclude ogni possibilità di un piazzamento a punti. Gli restava la Power Stage per limitare i danni in ottica campionato: ottiene sì il secondo tempo, ma senza la penalità di Ogier sarebbe stato solo terzo tra i piloti della Toyota. Rimandato

WRC, Rallye Montecarlo 2022: Elfyn Evans (Toyota) fuori strada nella SS11 WRC, Rallye Montecarlo 2022: Elfyn Evans (Toyota) fuori strada nella SS11

OTT TANAK - VOTO 6: il campione del mondo 2019 venerdì sera era quinto, a meno di 10 secondi dal quarto posto di Neuville. Insomma, anche lui stava tirando fuori il massimo da una Hyundai apparsa un gradino sotto a Toyota e Ford. Poi la sfortuna, sottoforma di forature multiple, lo ha bersagliato fino a obbligarlo al ritiro sabato pomeriggio, quando aveva finito le ruote di scorta. Sgonfiato

OLIVER SOLBERG - VOTO 5,5: il talentuoso figlio di ''Hollywood'' non ha vissuto un fine settimana facile. La presenza di fumo all'interno dell'abitacolo lo ha perseguitato fin dalle prime prove, rendendo ancora più insidiose le speciali. Le sue speranze di chiudere quantomeno in zona punti sono svanite con il dritto di sabato mattina. Un errore piuttosto grave, che oltre a fargli perdere minuti lo ha costretto a disputare le successive speciali con una i20 dal muso decisamente danneggiato. Per Solberg neppure la possibilità di chiudere il rally: la continua presenza di fumo nell'abitacolo ha provocato un senso di malessere a lui e al suo navigatore, costringendoli al ritiro domenica mattina. Affumicato

WRC, Rallye Montecarlo 2022: Oliver Solberg (Hyundai) a fine SS10 WRC, Rallye Montecarlo 2022: Oliver Solberg (Hyundai) a fine SS10

ADRIEN FOURMAUX - VOTO 4,5: era partito fortissimo, chiudendo al quarto posto dopo le due speciali in notturna. Nella SS3, però, si è reso protagonista dell'incidente più spettacolare - e spaventoso - di questo Rallye Montecarlo. La sua Puma è andata completamente distrutta, ma fortunatamente la cellula di sopravvivenza ha fatto appieno il suo dovere, lasciando incolume l'equipaggio. Avrà tempo e modo di riscattarsi. Ammaccato


Pubblicato da Luca Manacorda, 24/01/2022
Tags
Gallery
WRC 2022
Logo MotorBox