Pubblicato il 27/02/21

IN MEMORIA DI HANNU La seconda giornata dell'Arctic Rally si è aperta con la triste notizia della morte di Hannu Mikkola, uno dei ''finlandesi volanti'', campione del mondo rally nella stagione 1983. Le sei SS in programma quest'oggi, pari ad oltre 140 km cronometrati, dovevano dare risposte importanti per la classifica generale. Ott Tanak ha confermato di sentirsi perfettamente a suo agio sulle nevi di Rovaniemi, mantenendo saldamente il comando conquistato venerdì. L'estone oggi ha vinto tre speciali, mantenendo a distanza la Toyota di Kalle Rovampera, molto costante nelle prestazioni e vincitore della SS7. Alle spalle del giovane finlandese sale prepotentemente l'altra Hyundai di Thierry Neuville, che grazie ai distacchi inflitti nella SS8 domani potrà ambire ad ottenere un secondo posto che sarebbe prezioso in ottica mondiale.

OGIER, CHE ERRORE! Dietro ai primi tre troviamo ancora una Hyundai, quella di Craig Breen che dopo un ottimo avvio - favorito dalla posizione di partenza - oggi ha via via perso terreno. Per l'irlandese il podio è ormai lontano e domani dovrà guardarsi soprattutto le spalle da Elfyn Evans. Rimane in sesta posizione Oliver Solberg, molto bravo nel suo esordio con una vettura WRC nel Mondiale Rally. Il figlio d'arte dopo le tre prove del mattino era in lotta con le Toyota di Takamoto Katsuta e Sebastien Ogier. Mentre il giapponese si trova ancora in scia al diciannovenne, il campione del mondo in carica è incappato in un errore pesante che lo ha visto uscire dalla top10 dopo essere risalito fino al sesto posto. Nella prova conclusiva di oggi, disputata in notturna, il francese ha perso il controllo della sua Yaris in una curva a 200 m dal traguardo, finendo per rimanere bloccato in un cumulo di neve ai bordi della strada. Ogier è poi riuscito a ripartire, ma i 10' di distacco che gli sono stati assegnati lo hanno fatto crollare al 22esimo posto.

A TUTTA FINLANDIA I piloti di casa stanno facendo la voce grossa anche nelle altre categorie. Nel WRC2 continua a comandare la Volkswagen Polo di Esapekka Lappi, con circa 50 secondi sulla Skoda Fabia di Andreas Mikkelsen. Ribaltone invece nel WRC3, con Emil Lindholm costretto questa mattina al ritiro dopo un testacoda terminato contro un albero. La leadership è passata al connazionale Teemu Asunmaa, su Skoda Fabia. Domani ultime due speciali, entrambe sul percorso della Aittajärvi, lungo 22,5 km.

ARCTIC RALLY FINLANDIA, CLASSIFICA GENERALE DOPO SS8

Pos. Pilota Auto Distacco
1 Ott Tanak Hyundai  
2 Kalle Rovampera Toyota +24.1
3 Thierry Neuville Hyundai +25.9
4 Craig Breen Hyundai +53.4
5 Elfyn Evans Toyota +1:03.5
6 Oliver Solberg Hyundai +1:26.8
7 Takamoto Katsuta Toyota +1:34.4
8 Teemu Suninen Ford +1:49.3
9 Gus Greensmith Ford +3:01.8
10 Esapekka Lappi Volkswagen +4:48.8

TAGS: hyundai wrc ogier Tanak neuville Arctic Rally