Autore:
Daniele Zeri

ANCORA LEI Come previsto, la seconda sessione di libere del round conclusivo della W-Series a Brands Hatch si è disputato in condizioni di asciutto, ma il risultato è rimasto invariato: la trentenne Emma Kimilainen ancora una volta ha concluso in testa al gruppo una sessione interrotta da ben due bandiere rosse. Jamie Chadwick aveva guadagnato la prima posizione nelle primissime fasi, ma non appena i tempi sono iniziati a scendere è emersa con forza la pilota finlandese, rimasta a lungo l'unica sotto il muro del minuto e 23 secondi.

W-Series 2019, Brands Hatch: Emma Kimilainen

OBIETTIVI AMBIZIOSI "Sono stata la più veloce anche su pista asciutta e senza usare l'ultimo treno di gomme nuove, quindi è un circuito che davvero si adatta alla mia guida" - ha rivelato Emma a MotorBox. "Bisogna avere davvero molto coraggio per entrare forte nelle curve, e questo è qualcosa che non si può copiare dai dati", ha scherzato, facendo riferimento al concetto di open data per quanto riguarda le telemetrie di tutte le partecipanti. Dopo essere stata costretta a saltare tutta la prima metà di campionato per un infortunio, la Kimilainen è tornata più forte che mai: "Mi sento alla grande, ma oggi sono solo prove libere. Domani punto a pole, vittoria e giro più veloce".

UNA PISTA DI ESPERIENZA Come ci aveva confidato questa mattina Vicky Piria, il circuito inglese di Brands Hatch si dimostra una pista di esperienza: tutte e cinque le pilote inglesi sono infatti rimaste per la maggior parte della sessione nelle primissime posizioni, con l'aggiunta della giapponese Miki Koyama (quarta), questa mattina colpita da difficoltà tecniche. L'esperta Alice Powell è stata questa volta la più vicina alla leader di classifica, conquistando il secondo posto per circa due decimi di secondo. La straordinaria stagione di Jamie Chadwick è continuata con l'ennesima top-3, raramente abbandonata in ogni singola sessione.

W-Series 2019, Brands Hatch: Jamie Chadwick

LA SFIDANTE L'olandese Beitske Visser, dopo la mattinata da incubo a causa di noie elettriche, è tornata nella parte alta di classifica facendo segnare il settimo tempo. Non abbastanza per strappare il titolo dalle mani dell'idolo di casa Chadwick, questo weekend letteralmente presa d'assalto da tifosi e giornalisti.

BANDIERE ROSSE A 16 minuti dal termine, Sabré Cook ha insabbiato la sua Tatuus T318 nella via di fuga della curva Clark. L'incidente, innocuo per pilota e vettura e probabilmente causato dal forte vento, è però risultato nella prima bandiera rossa della sessione. L'americana si era già resa protagonista di un testacoda alla Druids nella FP1. Dopo pochi minuti dalla ripartenza, una seconda bandiera rossa ha nuovamente fermato l'azione in pista quando la sesta classificata Fabienne Wohlwend è uscita alla Paddock Hill, fortunatamente senza impattare contro le barriere.

W-Series 2019, Brands Hatch: la pit-lane

VICKY Altra sessione convincente per Vicky Piria, conclusasi in decima posizione ma con qualche rimpianto per il tempo perso dalle interruzioni: "Non è facile, soprattutto quando su 35 minuti abbiamo fatto 20 minuti di bandiere rosse. Comunque abbiamo finalmente avuto modo di girare con pista asciutta, che si rivelerà importante per domani", sono state le parole a caldo dell'italiana. "Ancora una volta i distacchi sono tutti molto vicini: tre decimi e sarei stata quinta, quindi se lavoro duramente posso far bene".

IL GIORNO DECISIVO Domenica sarà dunque il giorno decisivo per l'assegnazione del primo storico titolo della W-Series. La qualifica dell'ultimo round inizierà alle 11:30 italiane, mentre i semafori si spegneranno alle 17.10 dando il via all’attesissima gara. Entrambe le sessioni saranno visibili in diretta sulla piattaforma streaming di Eleven Sports.


TAGS: alfa romeo prove libere fp2 Vicky Piria W-Series WSeries Chadwick Brands Hatch Tatuus Vasser