Monza Rally Show, Marciello su Citroen C3 per il podio
L'intervista

Monza Rally Show, Marciello punta al podio con una Citroen C3 R5


Avatar di Salvo Sardina , il 05/12/19

1 anno fa - MotorBox intervista Raffaele Marciello alla vigilia del Monza Rally Show

MotorBox intervista Lello alla vigilia del Monza Rally Show: "Non sono qui per fare la comparsa, si può lottare per il podio"

MONZA LELLO SHOW La vittoria nella GT World Cup a Macao non è stato l’ultimo appuntamento della stagione corsaiola di Raffaele Marciello. Il pilota italiano sarà infatti presente nel weekend al Monza Rally Show per contendere un risultato di prestigio a una fitta schiera di specialisti del rallismo italiano e internazionale. Ma anche e soprattutto per ricevere l’abbraccio del caloroso pubblico di appassionati di motori che anno dopo anno si ritrova all’Autodromo Nazionale per quello che è a tutti gli effetti uno spettacolare galà di fine stagione.

Monza Rally Show 2019, l'equipaggio di Raffaele Marciello e Alessandro Nolli Brianzi e la Citroen C3 Monza Rally Show 2019, l'equipaggio di Raffaele Marciello e Alessandro Nolli Brianzi e la Citroen C3

COME LOEB Per competere tra le storiche curve della pista brianzola Lello ha scelto una Citroen C3 R5, non solo portata in pista con una livrea leggendaria – che richiama chiaramente quella del titolo mondiale Wrc vinto da Sebastien Loeb nel 2003 su Citroen Xsara – ma in tutto e per tutto analoga a quella che fino a qualche settimana fa ha lottato per il Campionato Italiano Rally nelle mani di Luca Rossetti. Il ventiquattrenne sarà navigato dall'amico e manager Alessandro Nolli Brianzi.

VEDI ANCHE

LOTTA PER IL PODIO MotorBox ha intervistato Marciello alla vigilia del Monza Rally Show proprio per raccogliere le sensazioni dei preparativi: “La macchina? Sì, è… rossa e ha la livrea di Loeb del 2003! A parte gli scherzi, ho scelto la Citroen C3 R5 e il team D-Max perché li conosco da quando correvo nei kart e so bene che si tratta di una struttura molto esperta e competitiva. Certo, non ho nessuna pretesa di vittoria, ma di sicuro non vado a Monza per fare la comparsa. Anzi, credo che si possa fare bene e lottare per il podio”.

Monza Rally Show 2019, la Citroen C3 R5 di Marciello nelle prime prove in pista Monza Rally Show 2019, la Citroen C3 R5 di Marciello nelle prime prove in pista

OCCHIO AI “PISTAIOLI” Parole che non sorprendono chi ha imparato a conoscere Lello, un pilota talentuoso, sempre pronto a scherzare ma anche ben consapevole – a ragione – dei propri mezzi: “Sì, è vero che per me si tratta del primo rally in carriera, ma non possiamo dimenticare che quello di Monza non è un vero e proprio rally per specialisti. Anzi, storicamente i ‘pistaioli’ sono sempre andati bene e non vedo per quale motivo non dovrei riuscire a farlo anche io. In fondo non si tratta di un percorso di montagna in cui rischi magari di finire in un burrone o tra gli alberi. Quindi mi aspetto assolutamente di essere in grado di lottare”.

Monza Rally Show 2019, Raffaele Marciello e Alessandro Nolli Brianzi Monza Rally Show 2019, Raffaele Marciello e Alessandro Nolli Brianzi

INSIDIE Non ci saranno burroni sulla strada di Marciello, ma di sicuro qualche insidia da imparare a gestire: “Non ho fatto molti test, giusto una mezza giornata in pista ad Arese in cui è andato tutto bene. La macchina da rally è un po’ diversa da quelle a cui sono abituato, ma in fin dei conti si tratta pur sempre di una macchina che ha quattro ruote… Insidie? Sì in realtà bisogna un po’ allenarsi con le inversioni e le ripartenze da fermo, che in questa disciplina sono fondamentali per andare forte. Sto provando a gestire al meglio i tornanti stretti e a usare il freno a mano nelle curve molto lente, ma sono abbastanza fiducioso”. Il Rally Show inizierà domani con le prime prove speciali previste nel pomeriggio. Qui i dettagli del percorso e il programma completo delle tre giornate.


Pubblicato da Salvo Sardina, 05/12/2019

Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox