Pubblicato il 13/12/2019 ore 10:45

QUINTA GENERAZIONE Stavolta "hanno" badato a spese, si può ben dire, in casa Renault. Ma l'occhio al portafoglio del cliente è funzionale a vedere quanti più possibili di questi piccoli bolidi inondare sterrati e asfalti nei rally di mezza Europa: 42.000 € + IVA è quanto serve a un rallista per portarsi a casa questo gioiellino tecnologico, meno della metà della "mamma" Clio IV, per la quale bisognava sborsare circa 90.000 €.

IL KIT DEL SUCCESSO Ma andiamo per ordine: a soli tre mesi dall'arrivo della Clio V, Renault ha tolto i veli nello showroom di viale Certosa di Milano alla versione Rally della suo fiore all'occhiello nel segmento B, e lo ha fatto ammettendo che questa macchina andrà leggermente più piano della ormai ben rodata sorella. La premessa, però, è che nel giro di poco tempo arriveranno il pareggio e il sorpasso nelle prestazioni, grazie ai kit sui quali gli ingegneri della casa di Viry stanno lavorando, il cui prezzo non è ancora definito ma che assicurano saranno anch'essi "economici" (sui 5-6.000€). Un piccolo passo indietro per farne poi uno grosso in avanti, in sostanza.

La presentazione della Nuova Renault Clio Rally

PICCOLA E POTENTE Le caratteristiche tecniche della vettura - che in Renault si aspettano di vendere in circa 400 esemplari entro i prossimi tre anni (120 quelle già vendute, di cui 50 in Francia e una decina in Italia) - sono simili a quelle della versione stradale, con un motore turbo da 1.330 cm cubici a quattro cilindri che eroga una potenza, però, di 180 cavalli e una coppia massima di 300 Nm (la versione stradale si ferma 130 cv), caratteristiche che la fanno entrare di diritto nella nuova categoria FIA Rally 5. E a proposito di ciò, il punto forte di questa auto è che è possibile anche semplicemente comprarla, girare la chiave e andare subito in strada a fare il primo rally, in quanto ogni sua componente è già omologata, anche per la categoria Rally 4.

ACCESSIBILITÀ & POLIVALENZA Questa sportivissima Clio è disponibile in tre versioni, con una quarta in arrivo. La Rallycross (36.900 € + IVA), la Cup (37.900 € + IVA) e la Rally (come detto 42.000 €), mentre sarà presto lanciata anche la versione da Rally Terra, a un costo di circa 2-3.000 € in più della sorella. D'altra parte sono due le parole d'ordine sulle quali insistono in Renault: "accessibilità" e "polivalenza". Potremo vedere in pista questo piccolo gioiellino già al Rally di Montecarlo, ma solo in veste di apripista. Per il debutto vero e proprio dei primi esemplari occorrerà attendere il mese di giugno 2020, quando potrà divorare l'asfalto nei rally e nella Clio Cup in Francia, Italia e Spagna, e nel Rallycross in Francia e Spagna, al fianco della ben nota Clio IV che proseguirà la sua attività per almeno tutto il prossimo anno.

La presentazione della Nuova Renault Clio Rally

AFFIDABILITÀ C'è anche una terza parola significativa che ricorre nel corso della presentazione, ed è "affidabilità". La Renault Clio Rally è stata infatti testata per 12.000 km complessivi grazie a tre esemplari. Per i rallisti che vogliono dotarsene possiamo snocciolare anche altri dati interessanti: 15 € al km è la somma media calcolata dall'azienda per la manutenzione, il cambio dovrebbe durare 2.000 km e il motore coprire senza problemi circa 4.000 km prima di essere obbligatoriamente passato in banco e testato dal fornitore (il cui nome deve ancora essere annunciato ufficialmente), peraltro unico soggetto preposto a intervenire. E se la versione base non va bene si potrà elaborare tutto, a parte gli ammortizzatori.

NATA PER DERAPARE Ancora qualche dettaglio tecnico: il cambio della Clio Rally è sequenziale Sadev ST82 a cinque marce più retromarcia (come da regolamento nei rally). Gli ammortizzatori sono Bos Suspension mentre il telaio è un monoscocca in acciaio saldato e dotato di roll-bar a gabbia. L'elettronica è Life Racing e il peso a vuoto è di 1080 kg, anche questo perfettamente in linea con il regolamento FIA. La Renault Clio Rally viene dunque annunciata come l'ultima e degnissima erede in ordine di tempo della gloriosa tradizione motoristica della casa della losanga. A dire se effettivamente sarà così potrà essere solo il tempo, intanto le premesse sembrano buone e noi auguriamo tante derapate e tanto divertimento agli equipaggi che decideranno di farla ruggire.


TAGS: renault rally renault sport Clio Cup Nuova Clio Rally Renault Clio Rally Renault Rally