Autore:
Daniele Zeri
Pubblicato il 16/11/2019 ore 11:10

A VIPS LA PRIMA La gara di qualificazione dello storico Gran Premio di Macao è stata una lotta tra giovani piloti supportati da team di Formula 1: a spuntarla, come lo scorso anno, ancora un pilota Red Bull - questa volta l'estone Juri Vips. Partito dalla pole position, Vips aveva segnato il giro più veloce nella storia del circuito, con un impressionante 2:04.997 nella seconda sessione di qualifiche di venerdì: cinque secondi di differenza dal tempo della pole position dello scorso anno. A scattare dalla tredicesima piazzola in griglia il vincitore delle ultime due edizioni, il britannico Dan Ticktum. Unitosi al team Carlin per difendere la prestigiosa vittoria, Ticktum cercherà di completare l'impresa finora mai riuscita a nessuno: vincere per tre volte consecutive sui 6120 metri del Guia Circuit.

IL RITORNO DELLA FLOERSCH Un circuito cittadino vecchia scuola e ampiamente amato dai piloti, il quale ha subito quest'anno leggere modifiche alle vie di fuga per poter accomodare le più grandi e potenti nuove vetture della FIA Formula 3, in seguito anche allo spaventoso incidente di Sophia Floersch della passata stagione. La diciottenne tedesca ha già guadagnato le prime pagine dei giornali facendo ritorno a Macao un anno dopo la frattura spinale e, in forza al team debuttante HWA ha guadagnato la ventisettesima posizione in griglia dopo un venerdì segnato da un problema di affidabilità. Alla partenza della qualification race Juri Vips ha preso saldamente il comando, mentre dietro di lui l'alfiere della Prema Robert Schwartzman si trovava a lottare con il danese Christian Lundgaard, partito meglio dalla seconda fila.

IMBUTO ALLA LISBOA Nelle prime fasi concitate non poteva mancare il classico imbuto della curva Lisboa: alla prima vera staccata, Logan Sargeant è arrivato al contatto con Arjun Maini, costringendo l'indiano contro le barriere. Si è quindi innescata una carambola che ha momentaneamente bloccato la sede stradale, eliminando dalla gara anche due dei favoriti: i britannici Jake Hughes e il vincitore in carica Ticktum. Resosi necessario l'intervento della Safety Car, alla ripartenza Vips ha preso il largo, con il gruppo questa volta molto più cauto dopo il lungo rettilineo iniziale. Enzo Fittipaldi, partito dalla trentesima e ultima posizione in griglia, ha rimontato fino alla quindicesima piazza, mentre Sophia Floersch si è portata inizialmente in P17, avanzando di dieci posizioni.

VIPS AMMINISTRA Davanti, solo Lundgaard e Verschoor hanno tentato di mettere pressione ai rispettivi avversari, con un Callum Ilott in difficoltà costretto a consegnare la quinta posizione al pilota olandese della MP Motorsport. Vips ha crucialmente guadagnato un gap di oltre un secondo sul neo-campione della F3 internazionale Schwartzman, permettendogli di restare appena fuori dal raggio d'azione del DRS. Nonostante una serie di giri veloci, il russo della Prema non è riuscito ad avvicinarsi sufficientemente a Vips, che ha tagliato il traguardo in prima posizione dopo i 10 giri previsti. Nelle fasi finali, le accese lotte di centro gruppo hanno visto Felipe Drugovich mettere la sua Carlin contro barriere della curva Lisboa, senza però richiedere un'ulteriore neutralizzazione della gara. Ad un giro dal termine, Sargeant ha completato una manovra pulita su Ilott, guadagnando la top-5.

LOTTA TRA F1 JUNIOR A completare il podio della gara di qualifica sono stati quindi tre junior driver in forza a team di Formula 1: Vips per Red Bull, Schwartzman per Ferrari e Lundgaard per Renault. Saranno loro tra i protagonisti dell'atteso evento di domani, nonostante l'insidioso layout del tracciato non possa far considerare nessuno fuori dai giochi. Gli italiani Alessio Lorandi e Leonardo Pulcini partiranno rispettivamente dalla settima e decima posizione, mentre Alessio Deledda scatterà dalla ventiquattresima piazza. Tsunoda e Armstrong si affiancheranno in ottava fila e dovranno recuperare più posizioni del previsto, con Sophia Floersch che prenderà il via in ventunesima posizione dopo aver perso il ritmo negli ultimi giri della qualification race ed essere stata superata da Armstrong, Vesti e Lawson.

AUTO VELOCISSIME "Queste macchine sono incredibilmente più veloci qui rispetto alle vecchie Dallara" - ha detto un impressionato Vips sul podio della gara di qualifica. "Devo fare i complimenti a Robert [Schwartzman] per essere stato molto vicino per l'intera gara. Ho dovuto spingere e cercare di non fare errori. Se avesse avuto a disposizione il DRS avrebbe avuto una grandissima opportunità, vista la lunghezza dei rettilinei qui." "Juri ha fatto un'ottima ripartenza e si è subito allontanato dal secondo di margine" - ha risposto Schwartzman. "Questa mattina siamo stati i primi in pista, ma nel pomeriggio di domani la pista sarà notevolmente più gommata e più veloce". Anche Lundgaard ha voluto sottolineare le caratteristiche di uno dei circuiti più amati dai piloti: "È la mia prima volta qui, è irreale, come nessun altro circuito. Ho avuto problemi con le partenze per tutta la stagione e domani spero di replicare il buono start di oggi". La 66ma edizione del Gran Premio di Macao di Formula 3 scatterà domenica mattina alle ore 08:30 italiane e sarà visibile su Sky Sport F1, così come sul canale streaming dell'evento e sul sito web della FIA.
 


TAGS: Sophia Floersch Macao Grand Prix Macao GP Juri Vips Macao GP 2019 Robert Schwartzman