Autore:
Simone Valtieri

CACCIA ALLA TRIPLICE CORONA Il tentativo di conquistare la Triple Crown - ideale riconoscimento che va al pilota in grado di vincere le tre corse iconiche del motorsport, Gran Premio di Montecarlo, 24 ore di Le Mans e 500 miglia di Indianapolis - è l'obiettivo primario per Fernando Alonso, che nel 2019 tornerà a correre la Indy 500 dopo la sfortunata esperienza del 2017 (conclusa con il ritiro a causa del motore Honda in fumo sulla sua Dallara del team McLaren-Andretti). L'asturiano lo ha annunciato dal paddock di Interlagos, dove è impegnato nel Gran Premio del Brasile di Formula 1, suo penultimo appuntamento iridato prima del ritiro dalla massima serie.

DI NUOVO CON ANDRETTI? L'annuncio è arrivato tramite un comunicato ufficiale della McLaren, che non svela però alcuna collaborazione con team IndyCar, mentre nel 2017 era stato l'Andretti Autosport a mettere a disposizione le proprie strutture per lanciare lo spagnolo nell'ovale più famoso del mondo. Se Alonso dovesse riuscire nell'impresa di vincere la corsa nell'Indiana nel 2019, eguaglierebbe il britannico Graham Hill, unico altro pilota al mondo ad aver conseguito la triple crown (5 volte vincitore a Monaco tra il'63 e il '69, primo nella 500 miglia del '66 e trionfatore nella Le Mans del '72).

 


TAGS: mclaren fernando alonso 500 Miglia di Indianapolis indycar Indy500 Indianapolis 500 Alonso Indy500