Pubblicato il 04/06/20

NIENTE WORLD CUP 2020 Alla fine il Coronavirus ha portato allo stop anche del week end di gare di Macao, tradizionale appuntamento di chiusura di stagione sportiva a fine novembre. Sulle strade della cittadina asiatica si doveva disputare il celebre evento che vedeva al via diversi tipi di vetture, ma la situazione sanitaria globale ha purtroppo portato all'annullamento dell'evento.

RATEL SI ARRENDE Non si disputerà quindi l'edizione 2020 del FIA GT World Cup, tappa valevole quale coppa del mondo in prova unica istituita dal 2015 e curata dall'organizzatore dei campionati GT3 di riferimento a livello internaizonale: Stefan Ratel. Il francese e la sua SRO Sport hanno dovuto purtroppo alzare bandiera bianca di fronte ad un'epidemia che, nonostante il graduale ritorno alla normalità, costringe ancora ad annullare gli eventi che prevedono un assembramento di più di 250 persone. Da Macao, dal canto loro, hanno fatto sapere che un weekend di gare per sole vetture gestite da team locali è ancora possibile. Rimane tuttavia da capire se vale la pena mettere in piedi l'evento (con le restrizioni in atto) per un parco partenti molto sguarnito.

STOP ANCHE A WTCR E FIA F3 Con l'annullamento dell'intero weekend a dover rivedere il proprio calendario sono state anche le serie internazionali WTCR (campionato per vetture turismo) e FIA F3. Dalla passata stagione le monoposto guidate dai giovani talenti emergenti erano state ammesse a rimpiazzare le vetture di Formula 3 nel prestigioso Master che da decenni si disputa sulle strade di Macao. La stagione della serie cadetta è stata riscritta e le tappe finora confermate prevedono otto eventi sulle piste europee di Spielberg, Budapest, Silverstone, Barcellona, Spa e Monza. La serie turismo scatterà invece a settembre e sbarcherà anche sulla pista di Adria dove a metà novembre si terrà il week end conclusivo.

2020 A GARE RIDOTTE Sembra dunque che la filosofia intrapresa da molti promoter per la stagione 2020 sia quella di 'salvare il salvabile' senza pretendere di ammassare eventi nel finale di stagione o insistere su rinvii che andrebbero ad inficiare sulla preparazione e la stesura delle gare della stagone 2021. A farne le spese sarebbero ovviamente i team, costretti a rivedere continuamente i propri piani e - in alcuni casi - a dover fare i conti con l'accavallarsi di eventi su piste diverse negli stessi week end.


TAGS: macao wtcr stefan ratel Coronavirus CoViD-19 FIA GT World Cup