Autore:
Daniele Zeri
Pubblicato il 25/02/2020 ore 17:40

ULTIMO ATTO IN THAILANDIA Ad appena una settimana di distanza dal penultimo round di Sepang, Malesia, il campionato di Formula 3 Asia ha concluso la sua stagione sul tracciato di Buriram, in Thailandia, incoronando come nuovo campione l'olandese Joey Alders. Ma la star dell'ultimo round di campionato è stata ancora una volta la britannica Jamie Chadwick, autrice di un weekend strepitoso al volante della Tatuus T-318 della Absolute Racing. Con la colombiana Tatiana Calderon impegnata a Barcellona nel suo ruolo di collaudatrice e testimonial del team Alfa Romeo in Formula 1, la Chadwick è stata l'unica rappresentante femminile in pista al Chang International Circuit. La ventiduenne ha inoltre annunciato la sua presenza ai prossimi Rookie Test della Formula E insieme al team Jaguar.

F3 Asia 2020, Buriram: Joey Alders vince gara-1 (e il titolo finale)

UNA GRIGLIA COMPETITIVA La prima gara delle tre in programma sull'impianto tailandese ha visto Jack Doohan (figlio del noto motociclista Mick) scattare dalla pole position e immediatamente portarsi in testa. Dietro di lui, il suo principale avversario, Joey Alders, ha guadagnato tre posizioni e ha ingaggiato una lotta serrata con la Chadwick per la seconda posizione. Lo spunto del pilota di F2 Nikita Mazepin gli ha permesso inoltre di sopravvanzare Yu Kuai e successivamente proprio la Chadwick per la terza posizione. Dietro di loro, il debuttante Mikhael Belov – uno dei protagonisti della F4 italiana nel 2019 – si è reso protagonista di ottimi sorpassi, tra cui quello su Pietro Fittipaldi.

COLPO DI SCENA FINALE Mentre Doohan apriva un gap rassicurante per la sua leadership e Alders proseguiva indisturbato in seconda posizione, Jamie Chadwick perdeva un'altra posizione ai danni dell'italiano Alessio Deledda. Con il raggiungimento della seconda metà di gara però, la migliore strategia di conservazione degli pneumatici della pilota inglese ha iniziato a rivelarsi determinante: Chadwick si è liberata velocemente di Deledda e ha obliterato il distacco da Mazepin. Ad un giro dal traguardo, quando Doohan poteva contare ormai su un margine di oltre sei secondi, il colpo di scena: l'esplosione della posteriore destra dell'australiano lo ha costretto alle retrovie. Alders ha colto l'occasione al volo, festeggiando la sua quinta vittoria della stagione.

F3 Asia 2020, Buriram: Jamie Chadwick con la sua Tatuus del team Absolute Motorsport

IL CONTATTO CON MAZEPIN Nelle ultime curve, la Chadwick ha sorpassato Mazepin per la seconda piazza, ma un contatto con il pilota russo ha nuovamente invertito le posizioni. Nel dopo gara, la penalità di 5 secondi inflitta a Mazepin ha restituito i 18 punti alla britannica, con Fittipaldi terzo. “Partendo terza, avrei voluto avere una prima parte di gara migliore.” - ha dichiarato la Chadwick a fine gara. “Nei primi giri non avevo il passo degli altri, ma nella seconda metà ero tra i più veloci in pista e ho rimontato su Nikita (Mazepin, ndr) e sui primi. Nell'ultimo giro ho avuto un'opportunità e l'ho colta. Ci siamo presi un po' a ruotate in curva 4, ma poi ho avuto fortuna con la foratura di Jack (Doohan). Sono soddisfatta del secondo posto, ma c'è ancora un po' da lavorare”.

ANCORA UNA RIMONTA La seconda gara ha visto i piloti prendere il via con una griglia determinata dai migliori tempi sul giro della gara precedente. Nonostante l'esito sfortunato del finale di gara, Jack Doohan ha conquistato il giro veloce che gli è valsa la seconda pole position, affiancato dal campione in carica Ukyo Sasahara. Alders e Chadwick hanno condiviso la seconda fila. Ancora una volta, Doohan è stato protagonista di una partenza impeccabile, mentre dietro di lui la Chadwick ha brevemente impensierito Sasahara per la seconda posizione. Come in un replay della prima gara, Chadwick è sembrata in difficoltà nei primissimi giri, perdendo posizioni ai danni di Fittipaldi e, in seguito, di Belov. Ma la sua rimonta, prevista negli ultimi dieci giri, non è tardata ad arrivare: ancora una volta grazie ad un miglior management delle gomme, la campionessa della W-Series ha inanellato una serie di giri veloci e ha ingaggiato una lotta con Belov e Fittipaldi.

F3 Asia 2020, Buriram: Jamie Chadwick festeggia sul gradino più alto del podio

CAOS DELLE PENALITÀ Quando i suoi avversari, dopo una serie di avvertimenti formali, hanno continuato ad eccedere i track limits e hanno ricevuto delle penalità, la Chadwick si è incredibilmente trovata davanti anche a Doohan, nuovamente colpito da una foratura nel finale. Con Sasahara di fatto invisibile in ottica di classifica (per regolamento Super Licenza FIA, il campione in carica non può segnare punti), Jamie Chadwick ha colto una straordinaria vittoria, dopo la gloria negata di Abu Dhabi. “È stata una gara impegnativa” - ha dichiarato la britannica. “Avevamo un passo migliore, ho combattuto con Fittipaldi e sapevo che Belov aveva gomma nuova e sarebbe stato difficile tenerlo dietro. Fortunatamente le penalità ci hanno aiutato, così come il problema di Jack (Doohan). Sono stata fortunata, ma spero di poter finire l'anno nuovamente sul podio”. Si è trattata della prima vittoria femminile in una serie internazionale di Formula 3. Con Doohan nuovamente fuori dai giochi, il sesto posto di Joey Alders si è quindi rivelato sufficiente per la conquista del titolo.

FINALMENTE DOOHAN In seguito all'ultima qualifica, il guest driver Sasahara ha avuto uno spunto perfetto dalla pole position, mentre la Chadwick, partita dalla prima fila, ha perso terreno da Doohan dopo le prime curve. A centro gruppo, un trenino di sette vetture ha movimentato la prima metà di gara: Mazepin, Belov e Yu Kuai si sono nuovamente messi in luce con una serie di sorpassi. La lotta tra i piloti russi ha dato però modo a Jamie Chadwick di prendere il largo e di rimontare su Doohan. Ukyo Sasahara ha completato la gara mai sotto pressione; ma la lotta per la vittoria dietro di lui si è conclusa con Doohan davanti a Chadwick, con l'australiano finalmente sul gradino più alto del podio e la campionessa della W-Series ancora una volta al secondo posto. “È stata una gara più tranquilla” - ha scherzato Jamie dopo il podio. “Dopo una buona partenza, sono rimasta in terza posizione fino alla fine. Un buon finale di stagione”.

F3 Asia 2020, Buriram: il vincitore di gara-3, Jack Doohan (figlio del mitico Mick Doohan)

LA CACCIA ALLA SUPER LICENZA L'olandese Joey Alders, già campione della Formula Renault Asiatica, si è quindi laureato campione della F3 Asia, conquistando 15 punti di Super Licenza. Con una vittoria e due secondi posti, Jamie Chadwick ha guadagnato il maggior numero di punti a Buriram, sopravvanzando in classifica generale Fittipaldi, Fernandez e DeFrancesco. Con il quarto posto finale, guadagna 10 punti e diventa la donna più vicina ad una Super Licenza. Sono infatti 40 i punti richiesti per un sedile nella massima serie, 25 per poter competere nelle sessioni di prove libere del venerdì.


TAGS: W-Series Jamie Chadwick F3 Asia Joey Alders F3