Autore:
Giulia Fermani

MID-ENGINE RACE CAR Più di 60 anni di presenza nel mondo delle corse hanno contribuito a creare il giusto palcoscenico per questo momento: in occasione dell'unveling della Corvette Convertible al Kennedy Space Center ha debuttato a sopresa anche la Corvette C8.R. Prima Chevrolet da corsa a motore centrale, gareggerà in pista per la prima volta alla 24 Ore di Daytona il prossimo gennaio 2020. 

CORVETTE C8.R La livrea argentata - con accenti gialli - della Corvette C8.R riporta con la mente a concept iconiche come la Chevrolet Aerovette del 1973 e la Corvette Stingray Racer del 1959. Nata per Le Mans e per il campionato IMSA, chiamata a prendere il posto della C7.R, ha fatto puntare i riflettori sulla pista di Cape Canaveral in occasione del debutto della Chevrolet Corvette Stingray convertible 2020. Resta un mistero cosa si celerà sotto il cofano: un motore turbo, il V8 aspirato da 5.5 litri della C7.R o il V8 aspirato da 6,2 litri della controparte stradale? A breve dovrebbero arrivare delucidazioni in merito. 

LA STORIA NELLE CORSE Sono molti i successi ottenuti da Corvette Racing nei sessantanni di onorata carriera nelle mondo delle corse. Solo dal 1999 ha vinto 107 gare, compresi 13 campionati di squadra e 12 titoli Driver and Manufacturer (piloti e costruttori). Nel 2015, addirittura, la Corvette Racing ha fatto tripletta, vincendo nella stessa stagione la Rolex 24 di Daytona, la Dodici Ore di Sebring e la 24 Ore di Le Mans. Vedremo presto se la C8.R, rivoluzionata nel layout, si rivelerà all'altezza delle antenate.


TAGS: chevrolet corvette corvette c8.r 24 ore daytona