Pubblicato il 16/04/20

NIENTE 24 ORE DI LE MANS Il team SRT41 non sarà al via della prossima 24 ore di Le Mans. La squadra fondata da Frederic Sausset ha deciso di fare un passo indietro e rinunciare all'edizione 2020 in cui doveva partecipare grazie all'assegnazione del 'Garage 56'. Tale invito veniva riservato, qualora ve ne fossero, a quelle squadre che si presentassero al via con una vettura alternativa o innovativa, o con un progetto da valorizzare.

GARAGE 56 Sausset conosce bene il 'box 56', avendovi beneficiato già nel 2016 quando si presentò al via della 24 ore di Le Mans. A fare notizia fu la condizione del francese, pilota privo di gambe e braccia, e che guidava una vettura LMP2 che veniva allestita con i comandi speciali di cui egli aveva bisogno per condurla in pista. Ora Sausset aveva pianificato di ritornare a Le Mans con un progetto, sostenuto dalla sua fondazione, che prevedeva al via sulla stessa Oreca LMP2 tre piloti diversamente abili: Takuma Aoki, Nigel Bailly e Snoussi Ben Moussa.

RITARDI CAUSA CORONAVIRUS A fermare l'ambizioso progetto di Sausset è stata l'epidemia di Coronavirus che ha portato non solo allo slittamento della 24 ore di Le Mans a settembre, ma ha costretto allo stop molteplici attività in pista, in primis le gare di tutti i campionati sportivi. Non potendo preparare a dovere una gara così intensa, il primo pilota quadri-amputato a tagliare il traguardo della grande classica francese ha scelto di rinviare il tutto al 2021.

LE PAROLE DI SAUSSET ''Dopo aver discusso con i piloti, l'Automobile Club de l'Ouest, e tutte le persone coinvolte nel nostro progetto, abbiamo pensato che la decisione più saggia e responsabile fosse di ritirare la nostra richiesta di partecipazione.  La particolarità del nostro progetto, a cui un sacco di persone stavano lavorando, era proprio quella di veder gareggiare nella più importante corsa automobilistica tre piloti disabili. Purtroppo, in queste condizioni la nostra preparazione ne sta risentendo e non potremmo prepararci a dovere per affrontare una gara così impegnativa. Abbiamo quindi scelto di non gareggiare nela corsa di quest'anno ed abbiamo presentato immediatamente una richiesta di partecipazione per l'edizione 2021 della 24 ore di Le Mans''.


TAGS: oreca 24h le mans Coronavirus Sausset SRT41 Aoki Bailly Moussa