Porsche, è ufficiale: salta la partnership con Red Bull
Formula 1

Annuncio Porsche: "Interrotti i colloqui con la Red Bull"


Avatar di Luca Manacorda , il 09/09/22

3 settimane fa - Non si concretizza l'attesa partnership tra Porsche e Red Bull

La casa di Stoccarda ha annunciato la fine dei colloqui con Red Bull, annunciando però di rimanere interessata alla F1

L'ANNUNCIO Questa mattina la Porsche ha diramato un comunicato per annunciare ufficialmente la chiusura delle trattative con Red Bull, per un'eventuale partnership che si sarebbe dovuta concretizzare a partire dal 2026. Queste le parole scelte dalla casa di Stoccarda: ''Negli ultimi mesi si sono svolti diversi incontri tra Dr. Ing. h.c. F. Porsche AG e Red Bull GmbH per discutere della possibilità di un ingresso di Porsche in Formula 1. Le due società sono ora giunte alla decisione di interrompere i colloqui. Il presupposto è sempre stato quello di una partnership paritaria, che comprendesse non solo la fornitura dei motori, ma anche la condivisione del team, obiettivo che non è stato possibile realizzare. Anche con le modifiche regolamentari definitive, la Formula 1 rimane un ambito interessante per Porsche, che la Casa continuerà a monitorare''.

STORIA TRAVAGLIATA Della possibile partnership tra Porsche e Red Bull se ne parlava da tempo, dato l'interessamento sempre maggiore del gruppo Volkswagen verso un possibile sbarco in F1 sia con la casa di Stoccarda sia con l'Audi a partire dal 2026, anno in cui debutteranno i nuovi motori il cui regolamento è stato ufficializzato il mese scorso. Ma, mentre per la casa dei Quattro Cerchi questo si è concretizzato con l'accordo raggiunto con la Sauber e annunciato nel weekend del GP Belgio, le trattative con la scuderia austriaca si sono arenate nelle ultime settimane di fronte alle richieste di Porsche che, come ricordato nel comunicato di stamattina, richiedeva un ingresso con totale condivisione del team e non limitato alla sola fornitura dei motori. Una condizione che è stata respinta dalla squadra di proprietà di Dietrich Mateschtiz: secondo le indiscrezioni circolate nel paddock, il magnate austriaco era più propenso a trovare un accordo rispetto al team principal Chris Horner e ai vertici del team, che hanno poi portato verso la decisione annunciata oggi. L'accordo con Red Bull era interessante per Porsche perché comprendeva l'accesso alle strutture di Red Bull Powertrains, la divisione che da quest'anno produce in proprio le power-unit della scuderia austriaca.

VEDI ANCHE



E ORA? Come scritto nella chiusura del comunicato, Porsche continua ad essere interessata a un possibile ingresso in F1. Le alternative non sono però molte, soprattutto dopo che l'Audi ha raggiunto l'accordo con Sauber. Gli indizi attuali portano tutti verso la Williams, scuderia guidata da Jost Capito, ex uomo di Volkswagen protagonista dei successi della Polo nel WRC. La scuderia di Grove è stata acquistata da Dorilton Capital come forma d'investimento e un'eventuale cessione di metà della squadra a un marchio come Porsche sarebbe da questo punto di vista sicuramente un successo.


Pubblicato da Luca Manacorda, 09/09/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox