Autore:
Redazione

UNO PER TUTTI, TUTTI PER UNO I primi due Gran Premi della stagione 2016 di Formula 1 verranno ricordati per essere gli unici ad aver avuto il format di qualificazione più odiato di sempre, in grado di mettere d’accordo tutti (e sottolineo, tutti) i team di F1. Tanto da portarli a scrivere una lettera alla FIA, chiedendo di tornare alla formula dello scorso anno. Una richiesta alla fine accettata da Jean Todt (presidente della FIA) e Bernie Ecclestone (il patron del Circus). La notizia è stata accolta con soddisfazione dalle scuderie, con la Ferrari che sul proprio profilo Twitter ha scritto “Unity is the only way to overcome difficulties”, "L’unione è l’unico modo per superare le difficoltà”.

DALLA CINA SI CAMBIA Così dal prossimo Gran Premio (Cina, 15-17 aprile) si tornerà al vecchio format, con tutti i piloti qualificati in Q3 a giocarsi la pole position, fino al termine del tempo. Scordatevi quindi quanto accaduto nei gran premi di Australia e Bahrain, con la "ghigliottina" che, ogni 90", tagliava il pilota più lento.


TAGS: sport formula 1 f1 qualifiche bernie ecclestone Gran Premio della Cina Jean Todt qualifiche Formula 1