Frasi razziste contro Hamilton, Piquet respinge le accuse
F1 2022

Frasi razziste, Piquet si scusa e attacca: "Traduzione non corretta"


Avatar di Luca Manacorda , il 29/06/22

1 mese fa - Il termine "neguinho" sarebbe stato frainteso

Rodrigo Piquet, nipote di Nelson, spiega perché le accuse di razzismo non avrebbero fondamento

SCANDALO RAZZISMO Dopo diversi mesi da quando sono state pronunciate, le parole di Nelson Piquet nei confronti di Lewis Hamilton hanno scatenato un vero e proprio putiferio. Il tre volte campione del mondo di F1 è accusato di razzismo verso il pilota della Mercedes per averlo etichettato con il termine ''neguinho''. Lo sdegno del mondo del motorsport è stato grande e unanime, ma il pilota brasiliano e la sua famiglia non ci stanno e respingono le accuse.

LA REPLICA DI NELSON Oggi è arrivata la replica di Nelson Piquet in persona, che si è scusato con Hamilton ma ha voluto chiarire il senso delle sue parole: ''Chiedo scusa con tutto il cuore a chiunque sia stato colpito, incluso Lewis. Il termine che ho usato (neguinho, ndr) è stato ampiamente e storicamente usato colloquialmente nel portoghese brasiliano come sinonimo di 'ragazzo' o 'persona' e non è mai stato inteso come offesa. Non userei mai la parola di cui sono stato accusato in alcune traduzioni. La traduzione di alcuni media che ora sta circolando sui social media non è corretta. La discriminazione non ha posto nella F1 o nella società e sono felice di chiarire i miei pensieri al riguardo''.

VEDI ANCHE


MONDO IPOCRITA A spiegare la linea difensiva dei Piquet è Rodrigo, nipote di Nelson e a sua volta ex pilota, che sui social ha chiarito perché non ci sarebbe nulla di discriminatorio nella parola incriminata: ''Mia nonna chiamava mia madre, mio padre e mio zio 'neguinho'. E lei ci amava tutti. Al diavolo il mondo ipocrita!''. Il post ha ricevuto il like da parte di Kelly Piquet, figlia di Nelson e fidanzata di Max Verstappen, protagonista assieme a Hamilton dell'incidente di Silverstone dello scorso anno commentato dall'ex pilota della Brabham con il termine che ha scatenato le polemiche.

TRADUZIONE FRAINTESA? Lo scandalo è nato dal fatto che ''neguinho'' sia stato associato al corrispettivo portoghese della celebre ''N-word'' utilizzata in inglese per parlare in modo dispregiativo delle persone di colore. Secondo il portale Urban Dictionary, ''neguinho'' si può utilizzare indistintamente contro bianchi e neri e ''non è una parola offensiva in Brasile, ma a volte può esserlo''. 

POLEMICHE RUSSE Il polverone alzatosi è stato colto al volto da Alexey Popov, commentatore russo rimasto senza il suo ruolo principale dopo che le trasmissioni dei gran premi di F1 sono state vietate in Russia a seguito dell'invasione militare dell'Ucraina, per fare dell'ironia: ''Vedo che molti giornalisti britannici dicono che Nelson Piquet non sarà più ammesso nel paddock e altri dicono che ciò dovrebbe essere esteso a tutta la famiglia. La domanda è chi includere. Kelly, probabilmente. Ma che dire di Max (Verstappen): è un membro della famiglia o no?''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 29/06/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox