Autore:
Simone Valtieri
Pubblicato il 12/12/2018 ore 12:45

SUPER POWER UNIT Sembrano lontanissimi i tempi in cui ci si lamentava della scarsa velocità delle monoposto, eppure si parla di appena una manciata di stagioni fa. Certo si superava di più, ma le auto del WEC andavano persino più veloci... tanto valeva chiamarla Formula 2. Con l'introduzione delle Power Unit turbo-ibride nel 2014 la Formula 1 ha invece messo il primo tassello per vivere quella che è oggi l'era più veloce di sempre, dopo il precedente picco raggiunto nel 2004 nell'ultima stagione dei motori aspirati V10.

QUASI EN PLEIN Da un paio di stagioni a questa parte i record delle piste vengono demoliti a ogni occasione, interferenze atmosferiche permettendo. Lo scorso anno furono 19 su 20, quest'anno 19 su 21, di cui sono stati ben 17 i record ufficiali (ovvero quelli realizzati nel Q3 delle qualifiche, in sostanza il tempo utile per ottenere la pole position), un paio quelli ufficiosi (realizzati nelle altre porzioni di qualifica o nelle prove libere) e due soli i primati che sono rimasti tali. Andiamo a vedere nel dettaglio

HAMILTON MATTATORE A fine 2018 Lewis Hamilton detiene 12 record assoluti sui 21 tracciati in calendario, che saranno tutti affrontati dai piloti anche nel 2021. A quelli di Sepang e Suzuka stabiliti lo scorso anno (unici non battuti nel 2018 a causa delle qualifiche disturbate dal maltempo), il britannico aggiunge i primati di Melbourne, Barcellona, Le Castellet, Silverstone, Monza (strappato a Juan Pablo Montoya, resisteva dal 2000), Singapore, Sochi, Austin, Interlagos e Yas Marina. Tutti record ufficiali

VETTEL DA RECORD Sebastian Vettel invece detiene 6 primati assoluti, di cui due però non ufficiali, quelli dell'Hungaroring (stabilito nelle FP3, visto che in qualifica cominciò a piovere in Q3, e comunque il record ufficiale è sempre suo con la pole 2017 in 1'16"276) e di Spa (Realizzato in Q2, poi in Q3 si replicò quanto avvenne poche settimane prima in Ungheria), che vanno ad aggiungersi alle pole con record di Sakhir, Shanghai, Montreal e Hockenheim. Detengono record della pista anche Daniel Ricciardo, quello prestigioso di Montecarlo e quello di Città del Messico, e Valtteri Bottas, poleman con record al Red Bull Ring di Spielberg.

Circuito (Anno*) Record Pilota (Segmento) Auto Tempo
Melbourne (1996) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'21"164
Sakhir (2004) 2018 Sebastian Vettel (Q3) Ferrari 1'27"958
Shanghai (2004) 2018 Sebastian Vettel (Q3) Ferrari 1'31"095
Baku (2016) 2017 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'40"593
Barcellona (2007) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'16"173
Montecarlo (2003) 2018 Daniel Ricciardo (Q3) Red Bull 1'10"810
Montreal (2002) 2018 Sebastian Vettel (Q3) Ferrari 1'10"764
Le Castellet (2018) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'30"029
Spielberg (1997) 2018 Valtteri Bottas (Q3) Mercedes 1'03"130
Silverstone (2011) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'25"892
Hockenheim (2002) 2018 Sebastian Vettel (Q3) Ferrari 1'11"212
Hungaroring (2003) 2018 Sebastian Vettel (PL3) Ferrari 1'16"170
Spa-Franc. (2007) 2018 Sebastian Vettel (Q2) Ferrari 1'41"501
Monza (2000) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'19"119
Singapore (2015) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'36"015
Sochi (2014) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'31"387
Suzuka (2003) 2017 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'27"319
Austin (2012) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'32"237
Mexico City (2015) 2018 Daniel Ricciardo (Q3) Red Bull 1'14"759
San Paolo (1990) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'07"281
Yas Marina (2009) 2018 Lewis Hamilton (Q3) Mercedes 1'34"794

*Si riferisce all'anno in cui è stata introdotta l'attuale versione di ogni circuito

IN GARA È DIFFERENTE Se diamo un'occhiata invece ai primati in gara, le cose cambiano. Un tempo le monoposto con motore aspirato, grazie ai pit stop più frequenti con tanto di rifornimento di benzina, viaggiavano più leggere e riuscivano a ottenere prestazioni migliori, anche se i bolidi attuali le stanno avvicinando. Resistono ancora ben 9 record domenicali tutti stabiliti tra il 2004 e il 2009 (Melbourne, Shanghai, Sakhir, Montreal, Hockenheim, Hungaroring, Monza, Suzuka e Yas Marina), cinque dei quali detenuti da Michael Schumacher, due da Rubens Barrichello, uno a testa da Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel. del 2017 resistono i record di Silverstone e Baku (era stato stabilito anche il record di Sepang, non più in calendario), mentre quest'anno ne sono arrivati ben 10 (Barcellona, Montecarlo, Le Castellet, Spielberg, Spa, Singapore, Sochi, Austin, Città del Messico e Interlagos).

Circuito (Anno*) Record Pilota (Segmento) Auto Tempo
Melbourne (1996) 2004 Michael Schumacher Ferrari 1'24"125
Sakhir (2004) 2004 Michael Schumacher Ferrari 1'30"252
Shanghai (2004) 2004 Michael Schumacher Ferrari 1'32"238
Baku (2016) 2017 Sebastian Vettel Ferrari 1'43"441
Barcellona (2007) 2018 Daniel Ricciardo Red Bull 1'18"441
Montecarlo (2003) 2018 Max Verstappen Red Bull 1'14"260
Montreal (2002) 2004 Rubens Barrichello Ferrari 1'13"622
Le Castellet (2018) 2018 Valtteri Bottas Mercedes 1'34"225
Spielberg (1997) 2018 Kimi Raikkonen Ferrari 1'06"957
Silverstone (2011) 2017 Lewis Hamilton Mercedes 1'30"621
Hockenheim (2002) 2004 Michael Schumacher Ferrari 1'13"780
Hungaroring (2003) 2004 Michael Schumacher Ferrari 1'19"071
Spa-Franc. (2007) 2018 Valtteri Bottas Mercedes 1'46"286
Monza (2000) 2004 Rubens Barrichello Ferrari 1'21"046
Singapore (2015) 2018 Kevin Magnussen Haas 1'41"905
Sochi (2014) 2018 Valtteri Bottas Mercedes 1'35"861
Suzuka (2003) 2005 Kimi Raikkonen McLaren 1'31"540
Austin (2012) 2018 Lewis Hamilton Mercedes 1'37"392
Mexico City (2015) 2018 Valtteri Bottas Mercedes 1'18"741
San Paolo (1990) 2018 Valtteri Bottas Mercedes 1'10"540
Yas Marina (2009) 2009 Sebastian Vettel Red Bull 1'40"279

TAGS: record vettel Hamilton f1 2018 formula 1 2018 Record della pista Record F1