Autore:
Andrea Minerva

CAMPEDELLI OUT  E' questa la notizia, il fulmine a ciel sereno che squarcia l'azzurro sopra le prove del 45° Rally di San Marino. Dopo aver vinto con 5 secondi di vantaggio su Scandola la prima prova di gara 2, la Monte Vicino di 12km, Simone Campedelli e Pietro Elia Ometto con la Ford Fiesta R5 del Team Orange1 racing, si sono ritirati nella prova successiva, la Apecchio, lunga 17km. S'impongono subito due considerazioni, la prima riguarda la necessità per Campedelli di andare all'attacco per vincere gara 2 e conquistare anche i tre punti a disposizione per chi riesce a primeggiare nella classifica generale, quella che contempla il totale delle due giornate di gara, la seconda è che allo stesso tempo questo ritiro rischia di far salire a circa 20 punti il distacco dello stesso Campedelli da Andreucci, ma questi conti li faremo meglio nel pomeriggio, quando la gara sarà finita.

SCANDOLA METRONOMO  Il pilota di Skoda Motorsport Italia non sta sbagliando un colpo. Nonostante l'attacco subito da Campedelli nella prima prova di gara 2, Umberto Scandola e Guido D'Amore non hanno forzato in maniera esagerata con la loro Skoda Fabia R5 e, almeno per il momento, raccolgono i frutti di questa tattica con il primo posto attuale di gara 2 e della classifica generale del rally con un ottimo margine nei confronti degli inseguitori.

LA SITUAZIONE DOPO LE PRIME DUE PROVE  Scandola e D'Amore, a due prove dal termine di questa gara 2 del Rally di San Marino, sono al comando della classifica di tappa con 21 secondi e 3 decimi di vantaggio nei confronti di Paolo Andreucci e Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16 R5 di Peugeot Sport Italia e 26 secondi e 7 decimi su Kalle Rovanpera e Risto Pietilainen con l'altra 208 T16 R5 affidata alle cure del team Fpf Sport. Nella classifica generale del rally, Scandola è naturalmente sempre al comando ma con vantaggi ancora più consistenti: 55 secondi e 8 decimi su Rovanpera e 1 minuto e 19 secondi su Andreucci

ANCHE BULACIA FUORI DAI GIOCHI  Purtroppo la tremenda prova di Apecchio ha messo ko anche il 16enne boliviano Marquito Bulacia Wilkinson in gara con una Ford Fiesta R5. Nessun problema per l'equipaggio ma il ritiro è pesante se consideriamo che ieri sera, al termine di gara 1, il giovanissimo pilota sudamericano occupava la quinta posizione assoluta del Rally di San Marino. A questo punto mancano al termine della gara solo due prove speciali, che non saranno niente altro che la ripetizione di quelle del mattino, ma visto come sono andate le cose nel primo passaggio, ci sarà da tenere quanto meno gli occhi bene aperti. 

 

  

 


TAGS: paolo andreucci anna andreussi skoda fabia r5 Umberto Scandola Skoda Motorsport Peugeot 208 T16 R5 Peugeot Sport Italia guido d'amore Simone Campedelli Ford Fiesta R5 cir 2017 kalle rovampera rally san marino 2017 team orange1

Allegato Dimensione
Programma 45° Rally di San Marino.pdf 679 Kb
Tabella Distanze e Tempi 45° Rally di San Marino.pdf 1036 Kb
Mappe 45° Rally di San Marino.pdf 5019 Kb
Elenco iscritti 45° Rally di San Marino.pdf 761 Kb