Video Bugatti a 414 km/h in autostrada: driver rischia il carcere
Controversie

Bugatti a 400 all'ora in Autobahn, il driver ora rischia grosso


Avatar di Lorenzo Centenari , il 01/02/22

3 mesi fa - Sul video della Chiron a 414 km/h, ora la Polizia apre un'indagine

Non solo i rimproveri ufficiali. Sul caso della Chiron lanciata a 414 km/h in autostrada, ora la Polizia tedesca apre un'indagine

Legale oppure no che fosse stata la sua impresa, peraltro messa a segno mesi prima, ormai l'aveva fatta franca. E invece, pubblicando il video su YouTube, ha fornito le prove di un possibile reato. Quello di ''corsa automobilistica clandestina''. Su Radim Passer, il proprietario della Bugatti Chiron filmatoso mentre raggiungeva la velocità di 414 km/h di tachimetro sul tratto di autostrada A2 compreso tra Berlino e Hannover, la polizia del Land della Sassonia-Anhalt ha aperto un'inchiesta. Se il capo d'accusa fosse confermato dal pubblico ministero, Passer rischierebbe grosso. Secondo la legge, fino a due anni di carcere.

DALLE PAROLE AI FATTI A riportare la notizia di un fascicolo a carico del miliardario ceco è ora il britannico The Sun, secondo il quale il locale dipartimento di polizia sta ''valutando la possibilità dell'imputazione di corsa vietata''. Per la serie: se hai il semplice sospetto di aver commesso qualche irregolarità, tieni almeno la bocca chiusa. O almeno, parla a microfoni spenti.

VEDI ANCHE



FURIA CECA I primi due capitoli del thriller, già li conosciamo: Passer che stabilisce il sensazionale primato e ducumenta tutto con la videocamera, Passer che in seguito all'eco social-mediatica riscossa dalle sue acrobazie riceve una tirata d'orecche dal ministro dei Trasporti federale, che in merito all'episodio era intervenuto pubblicamente per sottolineare il proprio rifiuto verso ''qualsiasi comportamento nel traffico stradale che porti o possa mettere in pericolo gli utenti della strada''.

SUSPENSE Perché se è vero che certe autostrade, in Germania, non hanno limiti di velocità, è altrettanto vero e sacrosanto come ciò non autorizzi i conducenti a fare ciò che vogliono, col Codice che impone a tutti gli utenti della strada di ''guidare solo così velocemente da avere il veicolo costantemente sotto controllo''. Il temerario driver ceco assicura di aver preso tutte le precauzioni possibili. Dal canto suo, ora il capo dei trasporti regionali Lydia Hueskens sostiene che ''esistono dubbi molto seri sul fatto che ciò sia accaduto''. Condanna o assoluzione? Qualunque sarà l'esito della vicenda, il caso Passer farà scuola.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 01/02/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox