Toyota Supra 1990 trasformata in Lamborghini Reventon, le foto
Repliche

La Toyota Supra si crede una Lambo Reventon, mission impossible o tentativo riuscito?


Avatar di Alessandro Perelli , il 23/05/22

1 mese fa - La sportiva giapponese anni '90 replica l'iconica italiana

La vecchia coupé trasformata nell'iconica supercar di Sant'Agata con pochi mezzi ma tanta passione, per un risultato che... a voi il giudizio

UNA TOYOTA… REVENTON? No, non urlate al sacrilegio guardando queste foto e leggendo l’articolo. Semmai, apprezzate – nei limiti del possibile – l’audacia di questo appassionato che ha realizzato una trasformazione “home made” (fatta in casa) di una vecchia Toyota Supra, regalandole un body kit davvero prestigioso e nobile. Infatti, quella che vedete non è una Lamborghini Reventon, ma un esemplare della meno prestigiosa sportiva giapponese datato 1990. Una sorta di trasformazione da rospo a principe azzurro, che prova ad assumere le sembianze di una delle più iconiche supercar della casa di Sant’Agata. Tentativo maldestro o buona interpretazione di un volenteroso artigiano con tanto tempo libero? Questo ditelo voi, ma sappiate che questa bizzarra Supra è stata messa in vendita tramite il sito web Marktplaats nei Paesi Bassi a un prezzo di 19.950 euro. Sono un bel po' di soldi per una Supra del 1990, ma il proprietario ha ovviamente speso molto tempo e denaro per farla sembrare una Reventon. Guardiamola insieme e poi tiriamo le somme.

Toyota Supra o Lamborghini Reventon: la replica artigianale vista da dietro Toyota Supra o Lamborghini Reventon: la replica artigianale vista da dietro TENTATIVO DI REPLICA La prima caratteristica che salta all’occhio è il colore. Proprio come la vera Reventon, questa Toyota ha una finitura grigia opaca, anche se siamo disposti a scommettere che in realtà non è la stessa vernice usata da Lamborghini. L'esterno dell’auto è stato poi decorato con uno stravagante bodykit con l’intento di imitare meglio possibile la Reventon anche se, come spesso accade con repliche come questa, le proporzioni sono tutte sballate. Nella parte anteriore è visibile un nuovo paraurti super aggressivo con grandi prese d'aria e proiettori affilati. La Supra ha anche un paio di piccole prese sul cofano e il design è stato modificato in numerosi altri punti. Per esempio, ci sono cerchi di grande diametro con finitura argento/nera e tutto il profilo è stato trasformato con pannelli e minigonne che simulano lo stile dell’hypercar italiana.

VEDI ANCHE



Toyota Supra o Lamborghini Reventon: l'abitacolo dell'auto in vendita a circa 20mila euro Toyota Supra o Lamborghini Reventon: l'abitacolo dell'auto in vendita a circa 20mila euroDIETRO NON C’È IL MOTORE MA… La porzione posteriore della Toyota, poi, è particolarmente bizzarra in quanto non c'è un motore dietro l'abitacolo come sulla Lamborghini, ma ciò non ha impedito all’intrepido artigiano di allungare la coda per creare una finta copertura di quello che dovrebbe essere il leggendario V12 Lambo. L’abitacolo rimane sostanzialmente originale con volante, plancia e rivestimenti made in Toyota, che mostrano tutta l’età della macchina, ma non è detto che possano essere modificati per assumere le sembianze di quelli della Reventon, magari durante l’attesa della vendita. Non sembra che siano state apportate modifiche meccaniche significative all'auto, che continua ad avere sotto il cofano anteriore il sei cilindri da 3,0 litri che eroga 238 CV, accoppiato a una trasmissione manuale. D’altro canto, sarebbe stato complesso sistemare lì sotto tutti e dodici i cilindri del propulsore di 6,5 litri da 650 CV della Lamborghini. A questo punto non resta che fare una domanda: promosso o bocciato il nostro abile artigiano olandese? Un’idea ce la siamo fatta, ma sarebbe ingiusto mortificare tanta fantasia e manodopera anche se il risultato, beh… voi cosa ne pensate?


Pubblicato da Alessandro Perelli, 23/05/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox