Autore:
Emanuele Colombo

BRICOLAGE HI TECH Si chiama Tesla Roamer ed è un'idea di Travis Rabenberg: un americano che ha fatto dei viaggi la sua ragione di vita, si definisce un Nomade Digitale e ha l'ambizione di creare il camper più veloce del mondo (qui la sua pagina Instagram). Da qui l'idea di prendere una Tesla Model S P90D e trasformarla in motorhome, dotandola di tutti i comfort del caso. Persino la toilette: sperando non la voglia usare mentre è l'Autopilot a guidare.

AUTOSUFFICIENTE Un camper sui generis, dunque. Elettrico e potentissimo. In grado di raggiungere i 240 km/h. Tutto sta nel modulo abitativo che Travis sta installando nel retro della sua Tesla: un ambiente con tetto estensibile dotato di tutti i comfort. Oltre al già citato gabinetto, sulla Model S modificata ci sono un lavandino e un letto. E un pannello solare da un chilowatt sul tetto ad alimentare i servizi.

LAVORI IN CORSO Il prototipo, che vedete nella fotogallery, sta prendendo forma. L'esterno potrebbe essere completo nel giro di una settimana, mentre per gli interni serve ancora qualche mese di lavoro. Bello non è, bisogna dirlo: niente a che vedere con la Tesla originale. Ma quando sarà finito, se il risultato rispetterà i bozzetti, potrà diventare un mezzo carico di personalità. Un tipo, insomma. Ad alto tasso di praticità.

OBIETTIVO DUBAI 2020 Ma perché tutto questo lavoro? Presto detto. Travis, il Digital Nomad, ha in programma un lungo tour nel 2020. Il suo motorhome elettrico dovrà portarlo attraverso l'Europa fino a raggiungere Dubai in occasione del 2020 World Expo: evento in cui la Tesla Roamer verrà esposta dopo aver – sperabilmente – conquistato il nuovo Guinness World Record quale camper più veloce del mondo.


TAGS: tesla campeggio camper tesla model s motorhome