Autore:
La redazione

TELEPASS: COS’È Ormai è entrato nel vocabolario di quasi tutti gli automobilisti – diciamo quasi perché una certa parte ancora non lo usa, preferisce i contanti... – ma è innegabile che il Telepass sia un dispositivo davvero utile, ci sentiamo di dire che può migliorare la qualità di vita di ogni automobilista. Ma cosa è il Telepass? Di fatto quell’apparecchietto attaccato al parabrezza è il transponder che dialoga con i sistemi di rilevazione del passaggio collocati sulle corsie predisposte dei caselli autostradali. Appena il veicolo si avvicina, un sistema ottico lo riconosce e invia un segnale, che viene intercettato dal transponder a bordo. Questo, trasmette a sua volta un segnale di riconoscimento per alzare la sbarra e addebitare il pedaggio sul conto Telepass. Dopo la teoria, un po’ di pratica. Come si compra, cosa si può fare, quanto costa il Telepass?

COME SI ACQUISTA Online: accedendo al sito ufficiale www.telepass.it e seguendo le istruzioni. Bisogna compilare i campi con i propri dati personali, quelli del veicolo (numero di targa) e le coordinate bancarie (IBAN) per l’addebito di tutte le spese. In questo caso il tempo di attesa per ricevere l’apparecchio è variabile.

Punto Blu: è necessario compilare i documenti per uscire dall’ufficio con il proprio Telepass già funzionante. Non ci vuole molto, abbiamo fatto una prova e sono necessari 15/20 minuti (al netto della coda allo sportello). Questo è l'unico modo certo per ottenere immediatamente il Telepass. Volendo, questa è un’opzione “last minute”: se siete già partiti per le vacanze potete ancora abbonarvi, poiché è sufficiente fermarsi presso uno dei Punto Blu collocati in autostrada, all’uscita delle grandi città.

Banca o Uffici Postali: anche in questo caso è necessario compilare i documenti, ma se è disponibile potrete ritirare subito il transponder, altrimenti dovrete attendere qualche giorno (circa 3 lavorativi). 

QUANTO COSTA costi fissi del Telepass dipendono dalla tipologia scelta.

Telepass: prezzo base di 1,26 euro al mese, con fattura trimestrale, ai quali vanno sommati i costi di ogni pedaggio e degli eventuali servizi accessori come parcheggi, Area C (a Milano) e traghetti.

Telepass Strisce Blu: costa 1,26 euro al mese e consente di pagare anche le soste nei parcheggi stradali a pagamento.

Telepass Pay: ha un canone mensile di 2,5 euro e include la possibilità di pagare, oltre alla sosta nelle strisce blu, anche le corse con il taxi e il carburante tramite un’app dedicata scaricabile sia per i device Apple sia Android. Telepass Pay è un servizio associabile ai normali piani tariffari Telepass e Strisce Blu già attivi sul vostro profilo con un costo aggiuntivo di 1,24 euro al mese.

Telepass Premium costa 1,5 euro al mese e garantisce un pacchetto di bonus come assistenza stradale 24h e sconti in punti vendita ed esercizi convenzionati (ristoranti, noleggi auto, etc…).

QUANTE TARGHE ASSOCIO?  Il contratto più utilizzato si chiama Telpass Family. Con questo tipo di contratto si associano 2 targhe. Si può abbinare un apparato aggiuntivo al costo mensile di 60 centesimi, ma il nmero di targhe disponibili resta due. Se avete più di due vetture, sarà necessario attivare un nuovo abbonamento Telepass Family e pagare un secondo canone di 1,26 euro, ma a questo punto potrete associare fino a quattro targhe differenti. Infine, ricordiamo che le targhe associate a ogni apparato possono essere modificate in ogni momento e tutte le volte che volete.
 

TELEPASS EUROPEO Come accennato, il Telepass è operativo in tutti i caselli autostradali d’Italia, ma non solo. Il servizio Telepass Europeo permette di utilizzare lo stesso dispositivo per pagare i pedaggi sulle autostrade francesi, spagnole e portoghesi. Per attivarlo è sufficiente andare sul proprio profilo Telepass e attivare questa opzione. Il costo è di 2,4 euro al mese, ma solo in caso di effettivo utilizzo.


TAGS: telepass telepass 2019 telepass autostrade abbonamento telepass 2019 telepass europeo