Logo MotorBox
Video

Video: una giornata a tutto drifting con Solo Curve Di Traverso


Avatar di Emanuele Colombo , il 21/03/24

3 settimane fa - Italian Drift Show by Solo Curve Di Traverso: calendario e prezzi

Italian Drift Show by Solo Curve Di Traverso. Il calendario dell'evento e una mini guida in video alla sbandata controllata

Solo Curve Di Traverso, fondata dal pilota Nicola Tesini, è stata la prima scuola di drifting ad aprire i battenti in Italia. Dalle sue ''aule'' sono usciti ben cinque campioni italiani di specialità e dall'inventiva del suo fondatore il primo dispositivo di telemetria progettato e riealizzato specificamente per la specialità del drifting. Per festeggiare i 20 anni di attività, la SCDT organizza l'Italian Drift Show, un evento nel weekend del 23 e 24 marzo 2024 presso la pista di Castelletto di Branduzzo, in provincia di Pavia, per permettere ad appassionati e a semplici curiosi di toccare con mano l'arte del drifting e di viverlo dall'interno in prima persona. 

Italian Drift Show di Solo Curve di Traverso: la locandina dell'evento Italian Drift Show di Solo Curve di Traverso: la locandina dell'evento

ITALIAN DRIFT SHOW: PROGRAMMA, ORARI, PREZZI

Che cosa vi aspetta all'Italian Drift Show? Per l'occasione, il comprensorio dell'Autodromo Castelletto di Branduzzo (Str. Vicinale Della Scevola, 1, 27040 Castelletto di Branduzzo PV) viene suddiviso in quattro aree, attrezzate per altrettante attività. La pista è adibita al Taxi e Supertaxi Drift, un giro del tracciato seduti a fianco di un pilota e su un’auto da drifting, per guardare il nastro d'asfalto... dai finestrini laterali. Obbligatoria la prenotazione online all'indirizzo solocurveditraverso.it/attivita/evento-drift-show/. I prezzi partono da 45 euro per un solo giro con un pilota in attività, 80 euro per due giri; 70 euro per un giro con un pilota titolato e 130 euro per il raddoppio. I box all'ingresso dell'autodromo sono invece adibiti ad Area Tecnica, in cui il campione italiano Manuel Vacca vi mostrerà nel dettaglio come è costruita una vera auto per le competizioni di drifting, in due sessioni di mezz'ora a partecipazione gratuita. Il piazzale dietro al circuito ospita le dimostrazioni della Drifting School SCDT, in collaborazione con Toyota, sulle ambitissime GR86 (qui la nostra prova in video): vivrete da passeggeri 4 giri del percorso a forma di 8 accanto a un istruttore della scuola Solo Curve Di Traverso: l'iscrizione si fa in loco ed è gratiuta, ma i posti sono limitati. Chiude l'evento - nella sola giornata di sabato - Drift Stories, il racconto di come il Drifting è arrivato in Italia. Di seguito l'orario delle varie attività.

Solo Curve di Traverso: lezione di drifting su BMW M2 Competition Solo Curve di Traverso: lezione di drifting su BMW M2 Competition

23-24 marzo 2024

TAXI DRIFT PISTA
9.30 – 11.30 1^ sessione TAXI EXPERIENCE
11.40 – 12.00 SUPERDRIFT GOLD STARS – THE SHOW
12.10 – 12.50 SUPERTAXI GOLD STARS
14.00 – 16.30 2^ sessione TAXI EXPERIENCE
16.40 – 17.00 SUPERDRIFT GOLD STARS – THE SHOW
17.10 – 18.00 SUPERTAXI GOLD STARS

TOYOTA TAXI DRIFT / DRIFTING SCHOOL SCDT
9.30 – 11.30 DRIFTING SCHOOL SCDT
14.00 – 16.30 DRIFTING SCHOOL SCDT

AREA TECNICA
The Garage - Analisi dettagliata di una vettura preparata drift e le sue componenti
10:30 -> The Drift car
15:30 -> The Drift car

VEDI ANCHE



Sabato 23 marzo

DRIFT STORIES
18.15 - 19.00 FACTORY LEGEND CARS EUROPE

Solo Curve di Traverso: lezione di drifting su Toyota GT86 Solo Curve di Traverso: lezione di drifting su Toyota GT86

IMPARARE IL DRIFTING PER GUIDARE PIÙ SICURI

Il drifting è la disciplina, inventata dai giapponesi, di guidare l'auto di traverso. Nelle gare ci si sfida a coppie, su auto alimentate a etanolo, che non di rado superano i mille cavalli di potenza. Nelle sfide, uno dei due piloti percorre un tratto di pista nel modo più spettacolare possibile e all'avversario spetta il compito di copiarne le manovre rimanendo il più possibile attaccato all'auto rivale. Nella manche successiva i ruoli si invertono. Quando si sfidano autentici campioni, le due auto procedono appiccicate, passando da un traverso all'altro senza soluzione di continuità, immerse nel fumo delle gomme, e senza percorrere neppure un centimetro con le ruote in aderenza. Spettacolare, certo. Ed emozionante, quando lo vivi all'interno dell'abitacolo, come potrete fare all'Italian Drift Show. Ma a che cosa potrebbe mai servire imparare a ''driftare'' se non per puro diletto?

A CHE PRO? In realtà il drifting è l'arte di imparare a controllare un'auto che per i comuni mortali è semplicemente fuori controllo: nel momento in cui una sbandata può tradursi in un brutto spavento, in un conto salato dal carrozziere o peggio. Ecco perché andare a scuola di drifting può renderci tutti automobilisti più sicuri: preparati al peggio, consapevoli di ciò che stiamo facendo dietro al volante e sicuramente più pronti a reagire - senza irrigidirci per lo spavento - di fronte agli imprevisti. I corsi della Solo Curve Di Traverso si articolano secondo le esigenze dei clienti e le lezioni partono da 65 euro per arrivare a circa 1.500 euro per i corsi più lunghi, più impegnativi e approfonditi. Contattate la scuola per maggiori informazioni sull'offerta formativa.

Solo Curve di Traverso: la Toyota GR86 della scuola Solo Curve di Traverso: la Toyota GR86 della scuola

COME SI GUIDA DI TRAVERSO: ISTRUZIONI PER L'USO

Ma come si fa un vero drifting? Primo, serve un’auto a trazione posteriore coi controlli di trazione e stabilità spenti. Poi bisogna sempre – e dico sempre – usare lo sguardo: le mani tendono a seguirlo e se guardiamo dove vogliamo andare, più facilmente ci riusciremo. Tesini mette in guardia contro l'uso eccessivo del freno a mano, che nelle chiacchiere da bar è spesso co-protagonista delle esibizioni ''da parcheggio''. Il freno a mano può essere utile, nelle competizioni, per iniziare una sbandata ad altissima velocità, ma a parte questo caso specifico, la gestione dell'auto andrebbe fatta imparando a sentire il cosiddetto ''trasferimento dei carichi'', ossia come l'aderenza delle ruote anteriori e posteriori cambia secondo che si acceleri o si deceleri. Questo perché in decelerazione il peso dell'auto grava maggiormente sulle ruote davanti e quelle dietro sono più inclini a perdere aderenza.

COME SI FA Ecco perché un buon drifting inizia con l'auto che decelera: guidati dallo sguardo, si entra in curva lenti, con una marcia bassa (prima o seconda, secondo il tipo d’auto). Girato lo sterzo, giù un bel pestone sul gas, seguito da un rilascio, per innescare la sbandata senza andare in testacoda. E qui il controsterzo deve essere pronto per non lasciarla scappare via. Lo sguardo va subito all’esterno, verso l'uscita della curva, per aiutarci ad allargare la traiettoria. Prima che l’auto si riallinei, con l’aiuto del gas la teniamo in sbandata e dosiamo il controsterzo per indirizzarla. Momento critico è la transizione, ossia quando si cambia il lato della sbandata. Inizialmente rilasciamo il gas per aiutare la coda a riallinearsi, per poi dare un colpo di gas proprio prima di avere lo sterzo dritto, così da non fermare il drifting. Attenzione: troppo gas o un controsterzo lento in questa fase vi faranno andare in testacoda!


Pubblicato da Emanuele Colombo, 21/03/2024
Tags
Gallery
Vedi anche