Autore:
Marco Congiu

QUESTIONE DI STILE Ogni salone dell'auto che si rispetti si differenzia dagli altri anche e soprattutto per le concept car. Al Salone di Ginevra 2018 vedremo in anteprima la Giugiaro Sybilla, prototipo firmato GFG Style e Envision. Giorgetto e Fabrizio Giugiaro hanno deciso di omaggiare la mamma di Giorgetto, Maria Sibilla, ispirandosi anche alla mitologia greca.

FUTURO A VISTA La Giugiaro Sybilla è dotata di una cupola in vetro fotocromatico, che va a sostituire il classico tetto con montanti metallici. Grazie a questo particolare, portiere e vetratura si aprono all'unisono. La Sybilla, poi, porta al debutto il primo parabrezza semovente del mondo: si tratta di un componente che scivola in avanti, andando a creare un ampio spazio per agevolare l'ingresso e l'uscita degli occupanti. Le portiere posteriori, poi, si aprono ad ala di gabbiano. Insomma, tanta tecnologia racchiusa in circa 5 metri di auto.

OFFRE LEI L'ENERGIA Come molte concept car ci hanno abituato, anche la Giugiaro Sybilla è un'auto elettrica a trazione integrale, con un motore dedicato ad ogni singola ruota. Grazie alla piattaforma di Envision EnOS, la Sybilla traccia una linea distintiva con il passato: la concept di Giugiaro è in grado di erogare energia all'ambiente circostante, dalle case ai veicoli, grazie alla possibilità di connettersi con un network di energie rinnovabili.

SPAZIO STILOSO L'assenza del tunnel centrale garantisce un ampio spazio a bordo, a tutto vantaggio degli occupanti. Sono quattro le poltrone pronte ad ospitare i passeggeri, rivestite in pelle firmata Poltrona Frau. Plancia futuristica e volante di ispirazione aeronautica completano il quadro di un veicolo che sarà tra i più ammirati del prossimo Salone di Ginevra. E che parla ancora italiano. 


TAGS: giugiaro salone di ginevra 2018 ginevra 2018 gfg styles giugiaro salone di ginevra 2018 giugiaro ginevra 2018 giugiaro sybilla giugiaro sibilla concept giugiaro sybilla 2018