Ineos: strategia di vendita del nuovo fuoristrada Grenadier
Strategie commerciali

Aspettando Grenadier, Ineos pianifica la strategia commerciale


Avatar di Alessandro Perelli , il 29/09/21

2 settimane fa - Servizi post vendita e rapporto col cliente per il successo di Ineos

Gli inglesi puntano su partnership e servizi digitali per offrire la massima qualità post vendita per il loro fuoristrada d'esordio

FUORISTRADA CLASSICO, SERVIZI INNOVATIVI Di Ineos se ne parla, oramai, da oltre un anno, quando il suo primo modello, Grenadier, è stato svelato e ha suscitato notevole interesse. Si tratta di un 4x4 “vecchio stile”, che richiama i fasti di una leggenda dell’off-road, la Land Rover Defender, ma con una meccanica più raffinata grazie alle partnership strette con produttori affermati nel settore automotive come ZF per il cambio automatico, Carraro per gli assali, Brembo per i freni, senza tralasciare BMW che fornisce i motori. Insomma, un modello che per certi versi è rivoluzionario poiché, uscita di scena la Defender classica, ambisce a prenderne il posto ma promettendo qualità, comfort, piacere di guida e affidabilità superiori. Ebbene, se la Grenadier avrà la stoffa per sostituire degnamente l’inglese pensionata lo vedremo tra poco, quando inizieranno le consegne nei primi mesi del 2022, ma ne potremo saggiare il potenziale in occasione della Fiera Internazionale del Fuoristrada, che si terrà a Viareggio dal 15 al 17 ottobre prossimi, e dove Ineos sarà presente. Ma oggi scopriamo le strategie commerciali del neonato costruttore poiché abbiamo fatto due chiacchiere con Stefano Gavioli, Responsabile Mercato Italia e Grecia, che ci ha rivelato come la Casa britannica intende muoversi proprio in Italia.

Ineos Grenadier: presentate le strategie commerciali per l'Italia Ineos Grenadier: presentate le strategie commerciali per l'Italia

STRATEGIE DI FIDELIZZAZIONE Innanzitutto, si parte dal presupposto che il nostro sarà il Paese più importante dopo la Germania e siccome Ineos è un costruttore, definiamolo, molto giovane, la scelta è caduta su strategie di vendita dinamiche, anche innovative per il genere di prodotto, che si appoggiano al web ormai strumento indispensabile per rapidità ed efficienza. La fidelizzazione del cliente sarà focalizzata sulla qualità del post-vendita e dei servizi di assistenza. Per rispondere alle richieste dei proprietari, Grenadier sta sviluppando una rete che da luglio 2022 potrà contare su 200 punti vendita, con l’85% circa che sarà dislocato nel centro/nord Italia, diciamo da Roma in su. Tuttavia, non saranno tralasciati il sud e le isole vista la possibilità di espansione anche in quelle zone con un graduale ampliamento grazie a nuove partnership. Da sottolineare che Ineos non cerca spazi commerciali monomarca, ma preferisce ritagliarsi un’area attrezzata presso autosaloni già esistenti per mostrare dal vivo la Grenadier ai potenziali clienti (coloro che si sono iscritti sul sito ufficiale), che oggi sono circa duemila, ma altri cinquemila hanno già manifestato interesse per il fuoristrada costruito ad Hambach, in Francia. Tuttavia, il costruttore ha sviluppato anche una collaborazione con numerosi punti Bosch Car Service dislocati sul territorio per offrire una copertura della rete di assistenza più che adeguata.

VEDI ANCHE



Ineos Grenadier: le doti in off-road sono di assoluto livello Ineos Grenadier: le doti in off-road sono di assoluto livello

IL WEB SARÀ FONDAMENTALE Ma la strategia di vendita, come accennato, avrà i suoi caposaldi sulla qualità del post-vendita, per esempio con il soccorso stradale per i primi tre anni dall’acquisto e un servizio di rimessa in movimento sul posto con l’arrivo di un meccanico che farà in modo di far tornare a casa il proprietario, anche se il guasto è avvenuto in zone difficilmente raggiungibili. Inoltre, è previsto un hub per i ricambi, in modo da poter evadere l’ordine entro 24 ore dalla richiesta e ridurre i tempi di attesa per la riparazione. Ma i servizi digitali saranno strategici in due direzioni: lato cliente è stata sviluppata un’app per smartphone e tablet con la quale sarà possibile gestire in autonomia alcune funzioni della macchina, ma soprattutto una serie di prestazioni fornite da Ineos. Insomma, un collegamento da remoto per non sentirsi mai soli in caso di necessità. Lato dealer, invece, sarà disponibile un catalogo online con visualizzazione dei pezzi di ricambio in 3D, ma più particolarmente un tutorial dedicato all’operatore di officina per aiutarlo nel montaggio, evitare errori e ridurre i tempi di fermo macchina.

Ineos Grenadier: partnership importanti per un prodotto di qualità Ineos Grenadier: partnership importanti per un prodotto di qualità

IL PREZZO È QUASI DEFINITO Gli inglesi sanno che il loro Grenadier dovrà imporsi in un segmento, pur non affollato, ma appannaggio di pochi e consolidati marchi come Jeep con la Wrangler e ancora Land Rover con la nuova Defender, oltre agli inossidabili giapponesi con alcuni modelli dedicati all’off-road. Per questo hanno puntato forte sulla qualità dei servizi, ma anche su un prezzo che non sarà elevato in assoluto viste le caratteristiche tecniche della Grenadier e i nomi di prestigio dei partner che hanno partecipato al progetto. Il listino è in definizione ma possiamo anticipare che in Italia, si partirà da un prezzo unico di circa 60.500 euro IVA compresa, escluse le tasse locali. I primi clienti avranno una prelazione sull’acquisto della Grenadier versando 450 euro, che saranno restituiti nel caso si decidesse di annullare il contratto. 


Pubblicato da Alessandro Perelli, 29/09/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox